Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 13 Aprile 2019 alle 10:45

Gallarate:denunciato marocchino, aveva la droga sotto la lingua

In un anno si spendono oltre 14 miliardi di euro per l’acquisto di sostanze stupefacenti.

Il male del secolo è la droga, sui cui si svolge la maggior parte delle operazioni di repressione dei Carabinieri, anche se la strada è lunga, vista la quantità di droga in circolazione dovuta alla grande richiesta.

Nel caso specifico avvenuto dopo un controllo di ieri, Il passeggero, marocchino di 46 anni nullafacente, aveva nascosto la propria dose all’interno della bocca, sotto la lingua, ed è stato trovato anche in possesso di una somma di denaro di 120 euro suddivisa in piccoli tagli, sequestrata perché ritenuta provento di attività illecita: per tali motivi è stato deferito alla Procura della Repubblica di Busto Arsizio per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. L’autista dell’autovettura, anche lui marocchino di 36 anni, è stato segnalato invece all’Autorità amministrativa quale assuntore di droga, e sono tutt’ora in corso accertamenti sanitari per stabilire se stesse guidando sotto l’influenza di sostanza stupefacente ai fini del ritiro della patente di guida.

Un situazione di illegalità che viene monitorata e spesso ci sono dietro organizzazioni locali rifornite da quelle internazionali in una commistione di interessi che riguarda italiani e stranieri con un giro importante sotto il profilo economico e con risvolti preoccupanti.

La relazione annuale del 2017 da parte del Governo, parla di 32.992 persone segnalate all’Autorità Giudiziaria, in aumento rispetto agli anni precedenti, e dei segnalati due terzi hanno età tra 20 e 39 anni.

La maggior parte delle denunce è associata ai
derivati della cannabis, seguono quelle per cocaina ed eroina (tutte in
aumento), mentre quelle per droghe sintetiche (1,2%) sono in diminuzione. 9.959
i soggetti condannati per reati di produzione, traffico e detenzione di sostanze
stupefacenti e/o associazione finalizzata al traffico di queste (artt.73 e/o 74
DPR 309/90). Il 34,1% della popolazione carceraria è rappresentato dai detenuti
per reati droga-correlati (artt.73 e/o 74 DPR 309/90), che risultano diminuiti
rispetto al 2014. Sono diminuiti anche i nuovi ingressi per art.73 DPR 309/90,
il 50% dei quali rappresentato da stranieri; sul totale dei detenuti per reati
droga correlati, tale percentuale scende al 39%. I minori in carico ai Servizi
Sociali della Giustizia Minorile per reati droga correlati sono stati il 18,1%
dei 21.848 soggetti in carico; 63 hanno usufruito delle misure alternative.
Rispetto ai 1.141 ingressi in Istituti Penali, quelli per reati droga correlati
sono il 13,7%; i minori collocati in Comunità sono stati 87.

La regione maggiormente interessata dai controlli è
la regione Lazio con 4030 operazioni, seguono la Lombardia con 3608 e la Campania
con 2086.

Dove avvengono i sequestri?

Dei kg 71.672 di sostanze stupefacenti sequestrati in
Italia nel 2016, il 30,5% è stato intercettato presso le aree di frontiera,
percentuale in netto calo rispetto all’anno precedente nel quale si era
assestata al 73,1%.

Droghe sintetiche:

Le operazioni dirette al contrasto delle droghe sintetiche sono state 312 e le denunce 392, di cui 313 in stato di arresto, mentre le dosi sequestrate nel 2016 ammontano a 19.137 unità. I sequestri più significativi sono avvenuti a Roma (6.304 pastiglie di ecstasy), a Lecco (5.457 dosi di LSD) e a Bologna (17,30 kg di D.M.T. -Dimetilriptamina).

Please follow and like us:

Lascia un commento