Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 13 Aprile 2019 alle 21:28

Cardano, lo sfogo di Tessitore

Forza Italia in subbuglio a Cardano Al Campo, a causa di movimenti di una parte del partito che pur di vincere le elezioni starebbe trattando col PD, rinnegando la vecchia linea ma pure l’ideologia che sta alla base di Forza Italia che si è sempre presentata come alternativa alla sinistra.

Ecco la nota integrale diramata da Tessitore:

Questa non è Forza Italia che conosco e di cui facevo parte.

Mi dispiace, ma a questo punto devo dire la mia su come stanno veramente le cose.

Forza Italia è sempre stata contraria al senso unico di via Roma, per quanto riguarda il tratto fino a via Da Giussano, e di questo ne sono testimone io come lo è la stampa e come lo sono i militanti ed i simpatizzanti del partito.

Mi dispiace, ma se far parte di una coalizione “di persone”, che tra l’altro di civico hanno ben poco, significa che non si può dire, fare e votare nulla che possa in qualche modo urtare o turbare il Pd cardanese, a questo punto io non ci sto e mi dissocio da certe decisioni che non rappresentano affatto il pensiero e la filosofia del partito.

Lasciare il consiglio comunale e non votare è una scelta del tutto personale e non condivisa, come non è stata condivisa la volontà di creare un “listone” con dentro anche membri illustri del Pd, nostri avversari da sempre. Qualcuno ha deciso arbitrariamente e non ha voluto sapere nulla delle opinioni degli altri che in questi anni hanno sostenuto il partito.

Potrei anche capire i dissapori di qualcuno con il consigliere della Lega, ma questo modo di fare politica non mi piace.

La politica non deve essere fatta in base alla simpatia o antipatia per le controparti, ma solo ed esclusivamente nel rispetto e a tutela dei cittadini e delle aziende che operano sul territorio.

Fra poco vedrete che i “rappresentanti” di Forza Italia diranno che la mastella è una bella idea, questo per evitare di offendere o indisporre Stefano Dozio e Sylvue Aigu, i quali dovrebbero far parte del famoso listone.

Se qualcuno pensa che io sia incazzato si sbaglia, sono solo amareggiato e deluso perché qualcuno ha deciso di gettar via cinque anni di attività politica svolta accuratamente e con passione, presente sul territorio e vicini alla gente.

Tutto questo per cosa? Solo per ambire a uno scrannetto.

Le questioni sono di tipo locale (via Roma) ma c’è dell’altro: in politica c’è chi decide sotto elezioni e c’è chi invece fa politica tutto l’anno come Salvatore.

Lascia un commento