Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 7 Aprile 2019 alle 0:05

Parlamento Europeo, l’On.Lancini, il problema plastica arriva da Asia e Africa

Parliamo della plastica: Le materie plastiche sono materialiorganici a elevato peso molecolare, cioè costituite da molecole con una catena molto lunga (macromolecole), sono costituite da polimeri puri o miscelati con additivi o cariche varie. I polimeri più comuni sono prodotti a partire da sostanze derivate dal petrolio. La  IUPAC (Unione internazionale di chimica pura e applicata) nel definire le materie plastiche come “materiali polimerici.

I materiali polimerici sono:
termoplastici, termoindurenti, elastomeri.

In pratica si usano delle mescole: materiali polimerici più l’aggiunta di additivi. In commercio i polimerici sono divisi in fibre,resine e gomme a cui vanno aggiunte sostanze che possono essere plastificanticolorantiantiossidantilubrificanti ed altri componenti speciali.

I vantaggi della plastica quali sono?
 La grande facilità di lavorazione, l’economicità, la colorabilità, l’isolamento acustico, termico, elettrico, meccanico (vibrazioni), la resistenza alla corrosione e l’inerzia chimica, nonché l’idrorepellenza e l’inattaccabilità da parte di muffe, funghi e batteri.

L’approfondimento sopra serve ad evidenziare e far capire il perchè del suo utilizzo così massiccio, tanto che a livello politico si potranno e dovranno prendere decisioni sul suo uso.

L’allarme sulla plastica da parte delle tante associazioni ecologiste è grande :”abbiamo prodotto 8,3 miliardi di tonnellate di plastica, buttandone in natura circa 6,3 miliardi (e come se ogni abitante della Terra trascinasse con se circa una tonnellata di plastica). Il 79% di questa plastica è finita appunto nelle discariche e in tutti gli ambienti naturali, il 12% è stato incenerito e solo il 9% riciclato”(wwf)

Il problema va affrontato a livello mondiale, ma vista l’importanza della sua produzione a livello economico, c’è chi fa i conti in casa propria come l’On.Lancini con dichiarazioni precise all’agenzia stampa TOTAL e che abbiamo ripreso durante la visita al Parlamento Europeo.

I dati su “Plastics- The Fact” pubblicati da PlasticsEurope, associazione dei produttori europei di materie plastiche, sono importanti:
 “28 paesi membri UE quasi 60mila aziende, molte delle quali PMI, che danno lavoro a oltre 1,5 milioni di persone. Il giro d’affari è molto vicino a 350 miliardi di euro, con un bilancio commerciale in attivo per circa 15 miliardi di euro” che hanno portato “30 miliardi di euro alle finanze pubbliche e al welfare. “

I dati che l’On.Lancini ha rivelato nell’intervista sono corretti e non di parte,
“L’Asia si conferma il principale fornitore di termoplastiche e poliuretani, con circa la metà delle 280 milioni di tonnellate prodotte a livello globale (29% la sola Cina), mentre l’Europa incide ’solo’ per il 19% e l’area Nafta per il 18%. “come si può vedere dall’immagine sottostante.

Lascia un commento