Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 3 Aprile 2019 alle 5:59

Varese: arrestato 23 enne albanese

Varese: arrestato 23 enne albanese
Varese: arrestato 23 enne albanese

La squadra mobile della Polizia di Stato della Questura di Varese ha arrestato un cittadino albanese di 23 anni per detenzione ai fini di spaccio di circa 2 chilogrammi di marijuana.

Nella mattinata del primo di aprile, personale della Polizia di Stato ha arrestato un cittadino Albanese, S.S. di anni 23, incensurato, in Italia con regolare visto turistico in corso di validità, perché in possesso, all’interno di un residence della provincia, di circa 2 chilogrammi di marijuana e alcuni grammi di hashish, oltre a materiale idoneo al confezionamento di dosi termosaldate e sottovuoto. L’operazione degli uomini della Sezione Antidroga della Squadra Mobile della Questura di Varese è arrivata a conclusione di una serie di servizi effettuati, di iniziativa, nella Provincia di Varese e mirati a dare un giro di vite allo spaccio di sostanze stupefacenti. L’attività prende spunto da alcune segnalazioni anonime, raccolte la settimana precedente, relative a uno strano movimento di persone di origine albanese, sospettate di far parte di un importante giro di spaccio di marijuana, tra i comuni di Vedano Olona e Castiglione Olona. L’unico indizio concreto in possesso degli agenti di Polizia era che questi spacciatori, solitamente, si spostavano tra quei comuni a bordo di un’autovettura di piccola cilindrata di colore grigio. Inoltre, si conosceva solo il parziale della targa immatricolata nel 2006. Pertanto, il passo successivo è stato quello di un approfondimento focalizzato sui veicoli in transito sulla strada di collegamento tra le due città, grazie alle telecamere poste in ingresso e in uscita a Vedano Olona. La strategia investigativa è risultata vincente, perché, grazie alla caparbietà degli Agenti che hanno verificato ogni singola autovettura compatibile con le caratteristiche segnalate, hanno ristretto il campo su un veicolo che è stato individuato numerose volte al giorno mentre transitava sotto le predette telecamere. È partito così l’appostamento, che ha consentito agli Agenti di intercettare l’auto, mentre si arrestava brevemente nei pressi di una palazzina a Castiglione Olona. L’attività di monitoraggio è continuata con l’individuazione degli occupanti dell’autovettura, che sono stati definitivamente identificati la mattina dell’I aprile, in quanto rintracciati nei pressi di una villetta indipendente, nel comune di Vedano Olona, poi risultata essere la residenza di uno dei due. Il palese nervosismo mostrato dai due ragazzi albanesi durante il controllo ha avvalorato i sospetti, poi confermati dal rinvenimento di un mazzo di chiavi di chiavi nel borsello di S.S. di anni 23, da poco in Italia, con un visto per turismo e non residente in quell’abitazione, che tentavano di giustificare come relative a una casa in Albania. Gli operatori di Polizia, tutt’altro che convinti dalle banali spiegazioni fornite, hanno intuito che potessero aprire un locale della palazzina in Castiglione Olona, osservata nel precedente pedinamento e che fosse un luogo da mantenere “segreto”. Raggiunta la palazzina l’ipotesi si è trasformata in realtà, perché le chiavi in successione, aprivano i diversi cancelli di ingresso e un appartamento, nel quale sono stati rinvenuti gli effetti personali di S.S. di 23 anni e, soprattutto, la droga, ben riposta nel bagno, per un peso totale di circa 2 chilogrammi. ln casa è stata trovata poggiata sul pianale della cucina una macchina per sacchetti termosaldati sottovuoto, pronta all’uso, segno delle importanti quantità trattate e dell’attenzione rivolta a evitare di rovinarne la qualità. Il giovane è stato arrestato. Un’importante successo della Polizia di Stato realizzato grazie alla professionalità degli uomini dell’antidroga e alla collaborazione, sempre preziosa, dei comuni cittadini che si continuano a esortare nelle loro segnalazioni anche in forma anonima.

Please follow and like us:

Lascia un commento