Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Agenzia Formativa, tuoni e fulmini sul direttore

‘I dipendenti dell’Agenzia Formativa della Provincia di Varese riuniti oggi in assemblea sindacale hanno espresso un profondo malessere in merito al trattamento che quotidianamente subiscono sul luogo di lavoro.
Le tematiche che rivelano criticità sono quelle contrattuali, del rispetto delle procedure e dell’incertezza sul proprio futuro.
Per questi motivi i rappresentanti sindacali hanno ritenuto doveroso addivenire ad un confronto immediato con la Direzione dell’Agenzia.
Al Direttore è stato comunicato, che il personale, chiamato a valutare la proposta di costituire il fondo produttività, ha preferito esprimere il profondo disagio che sta attraversando.
Su richiesta sindacale di anticipare un confronto con la Direzione, la stessa ha ritenuto che ciò non sia attuabile.
Le parti sindacali auspicano quindi un incontro urgente con il CDA dell’ Agenzia Formativa, con l’Assessore all’Istruzione e Formazione e con il Presidente della Provincia Dr. Antonelli per un confronto che possa contribuire a dare risposte concrete ed a ristabilire un minimo di serenità.”

Il malumore, l’insicurezza e la precarietà dei contratti sempre più al ribasso, sono l’indice di un’imbarbarimento delle relazioni sindacali dovute a personaggi apicali messi a vertici, oppure conferme (non si sa fino a quando viste le posizioni di chiusura) con input di tagliare teste e diritti, non portano a nulla di buono.

Cosa possono pensare gli studenti a cui si rivolge il servizio formativo e di cui nessuno si cura, di fronte all’involuzione delle condizioni contrattuali anche in settori delicati e fondamentali come la sanità o nel caso specifico gli insegnanti?

Si sarebbe compresa una vertenza dovuta al mancato raggiungimento degli obiettivi formativi e/o lamentele sul servizio.

In realtà è sempre la cronica mal gestione economico-politica che si trascina da anni portando a queste ‘esplosioni’ del tipo prendere o lasciare oppure o con me o contro di me.

La scuola non è un ring, si fa formazione e istruzione, non economia con tagli sconsiderati

Giuseppe Criseo

Please follow and like us:
error

Lascia un commento