Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Guardie Giurate D’Italia

Nella giornata di ieri si è tenuta la manifestazione di una delle tante associazioni che rappresentano le Guardie Giurate D’Italia, operatori abbandonati dallo Stato Italiano ormai da molto tempo.
Seppur certo, conoscendo molto bene il comparto della sicurezza pubblica e privata, che le attuali associazioni ed oo.ss. poco abbiano fatto in direzione della riforma ormai necessaria per questi operatori della sicurezza, sono esterrefatto dalle dichiarazioni del rappresentante di una associazione dei funzionari di Polizia, le quali sono realmente anni luci distanti dalla realtà odierna, o meglio, ciò che attualmente sarebbe necessario per avere un sistema di sicurezza territoriale al passo con i tempi.
Il funzionario parla della qualifica di p.g. non configurabile a suo dire per le GpG.IPS, stante la tipologia di rapporto di lavoro privatistico e le modalità assunzionali, nonché l’indirizzo di competenza relativo ai beni mobili ed immobili; or bene, forse questo funzionario è rimasto leggermente indietro sull’evoluzione della figura professionale delle GpG.IPS I quali come recita ad esempio un dm dal suo Dicastero emanato, ai fini della sicurezza pubblica la GpG.IPS ha Obbligo di Legge nel segnalare all’autorità di pubblica sicurezza ogni elemento volto a distorcere tale principio, ecc. ecc.
Altresì, sul punto assunzionale, tale tipologia di selezione avviene nelle modalità odierne per COLPA del Dicastero dal quale egli dipende e per Colpa di funzionari con tale pensiero, essendo il suo pensiero in generis non conforme alla necessità di sicurezza che le GpG.IPS in collaborazione reale con le FF.OO. potrebbero concorrere a garantire, vista la maggiore capillarità di presenza sul territorio rispetto agli operatori di Polizia “pubblica”.
L’utilizzo del termine di Polizia pubblica è semplicemente Provocatorio, ricordando al funzionario che nel nostro ordinamento esistono numerose associazioni di volontariato che si occupano di ambiente, fauna, ecc, le quali nell’ambito dei propri compiti hanno la qualità di P.G. di cui sopra, nel 90% dei casi senza alcuna formazione professionale, i quali hanno la facoltà di utilizzare veicoli dotati di segnale luminoso blu con un unico requisito, che il mezzo sia intestato all’associazione di “volontariato” ; questo dimostra le storture normative vigenti e soprattutto che queste sono le deroghe dannose e non quelle eventuali in favore delle GpG.IPS, quindi cari funzionari od operatori di Polizia “pubblica” smettetela con tale prosopopea, perché le GpG.IPS in tema di sicurezza si sporcano le mani come voi, quindi non sono figli di un dio minore e meritano tutto il vostro rispetto, perché le GpG.IPS sono professionisti della sicurezza come voi, con diverse regole di ingaggio ma con la stessa finalità.
In conclusione, è auspicabile che questo governo o comunque lo Stato Italiano, realizzi quanto prima una seria riforma del comparto di sicurezza pubblica e privata, affinché concorrano entrambi alla sicurezza nazionale, fulcro per la ripresa economica.

EP
Consulente per la Sicurezza
Esperto di Terrorismo
Esperto Giuslavorista Sindacale

Please follow and like us:
error

Lascia un commento