Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Odori in Comune di Gavirate.

riceviamo e pubblichiamo

Gli Amici della Terra chiedono chiedono, chiarimenti con la lettera seguente:

Sindaco del Comune di Gavirate

e per conoscenza

Presidente della Provincia di Varese

Direttore Arpa Varese

Direttore ATS Varese

Sindaco del Comune di Bardello

Oggetto: Odori in Comune di Gavirate.

Egregio Signor Sindaco,

La vediamo attiva in vista delle prossime elezioni, ma non protesa verso di noi.

Ciò ci dispiace.

Abbiamo, infatti, potuto leggere sul quotidiano locale il 22 marzo u.s. che tra i suoi propositi riguardo il futuro di Gavirate dove non c’è l’affrontare e risolvere le questioni ambientali in atto e in particolare il contenimento degli odori nocivi e il loro studio.

Non crede che un cenno a questo problema andasse fatto?

Sembra proprio che il problema sia stato superato. Invece, no!

Pressoché gli stessi soggetti che si erano lamentati chiedendo il  nostro intervento, si  dolgono ora, nuovamente per gli odori molesti.

Restiamo sorpresi per come sia gestita tutta la questione degli odori provenienti dalla zona industriale di Gavirate. È stata completata la prima e iniziale parte della indagine sulla base della rilevazione di inquinanti da parte dei nasi (volontari che agivano sotto comando di arpa) che si svolgeva con un’attività non completa delle aziende presenti nella zona industriale di Gavirate.

Non riteniamo ora giusto che, invece, una volta che è stata ripresa in maniera completa l’attività industriale nella zona di Gavirate non si sia fatta la parte conclusiva dello studio.

Si è quindi lasciato il lavoro a metà e non è stato terminato come avevamo chiesto e come il Comune ci aveva garantito sarebbe stata condotta fino alla sua conclusione.

Sono stati compiuti riguardo a questa (questione) passi autonomi dal Comune che non sono stati partecipati a noi? Ci sono lettere in proposito? Abbiamo paura di no!

Arpa ovvero ATS hanno mai chiesto alla sua persona di procedere in tal senso?

Se si, perché non ha fatto nulla?

Quando il Comune di Gavirate vorrà muoversi in proposito?

I cittadini di Gavirate come di Bardello si sono, non per gioco, lamentati ma per un motivo molto preciso: da anni soffrivano per odori che provocavano malesseri e inappetenza. Odori che tolgono anche valore alle abitazioni private. Arpa e ATS hanno e verificato che i fumi provenienti da tutte le industrie presenti a Gavirate rispettassero la Legge. Bene! Ci vuole allora qualcosa in più per individuare la causa degli odori.

Il Comune ha chiesto ad Arpa di valutare la presenza di inquinanti non convenzionali? Per il Comune la vita dei cittadini ora come ora si svolge senza problema sanitario alcuno? Le problematiche di cui alle rimostranze che sono state fatte dai cittadini nel 2016 sono state affrontate e risolte?

ARPA  ha sempre voluto dimostrare con la propria azione, esclusivamente come le imprese della zona industriale di Gavirate rispettassero con le proprie emissioni  le normative di Legge vigenti. Non mettiamo in dubbio la bontà  delle relazioni svolte da ARPA, ma  dato che le denunce di malessere sociale hanno continuato a succedersi,  questo non doveva essere ignorato ma invece doveva essere risolto. Ci aspettiamo ora che il Comune di Gavirate induca Arpa a sanare il  problema come  evidenziato da un numero corposo di cittadini (sono 500 le firme di  coloro che hanno  lamentato di subire degli intollerabili inquinamenti). 

Spulciando semplicemente Internet ci siamo imbattuti in notizie Ansa che parlano del programma europeo Horizon 2020  al quale partecipano enti pubblici ma anche privati. Di questo programma fa parte il progetto Initio-Innovative chemical sensors for enantioselective detection of chiral pollutants -, volto a realizzare un naso chimico di nuova generazione per “fiutare” gli inquinanti ambientali.

Ebbene Lei sapeva di tutto ciò? Ha cercato di coinvolgere qualche Università italiana che partecipa al progetto perché potesse dare un consiglio sul da farsi?

In data 14 novembre 2016 Le avevamo chiesto di sollecitare gli enti pubblici superiori ai Comuni fino al Ministero dell’ambiente per affrontare la questione e di informare il consiglio comunale  delle doglianze dei cittadini e delle iniziative assunte per migliorare la situazione in atto. Non siamo stati informati di richieste di aiuto fatte dal Comune. Sono invece avvenute?

Ella ha di fatto non voluto completare lo studio riguardo l’inquinamento odorifero. Problematica    che, invece, quale responsabile sanitario del Comune, avrebbe dovuto guardare con attenzione, fino a farla risolvere. Con estremo piacere siamo informati che il Consiglio comunale di Gavirate tratterrà finalmente della questione inquinamento discutendo una interrogazione del consigliere Lucchina. Potrebbe essere l’occasione per poter fornire a tutti i cittadini le risposte e le informazioni che chiediamo con la presente nonché per mettere in primo piano la questione delle emissioni odorifere  che preoccupano giustamente gli abitanti che vivono prossimi alla zona industriale sia a Gavirate che a Bardello. Chiediamo, per favore, la copia della deliberazione della Giunta comunale in cui veniva deciso quali iniziative dovevano svolgersi per l’accertamento dell’inquinamento odorifero lamentato dai cittadini di Gavirate ed i Bardello.

Porgiamo i più cordiali saluti.

Il Presidente

Arturo Bortoluzzi                                                                Varese, il 24 marzo 2019

Please follow and like us:
error

Lascia un commento