Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Busto Arsizio, scatta il progetto Difesa Donna

di Francesca Cisotto

Ieri, sabato 23 marzo è stata inaugurata la seconda edizione del tanto atteso “PROGETTO DIFESA DONNA” di Luciano Peritore.

Si sono riunite tantissime donne, giovani e adulte, nella palestra Conceptnine in via Ruggero Borghi 6, Busto Arsizio. 

Sono stati presenti all’evento il Sindaco Emanuele Antonelli, il Vicesindaco Isabella Tovaglieri, Francesco Speroni, segretario Lega Nord e il Consigliere Comunale Alessandro Albani che sostengono orgogliosi il progetto con tutta la giunta comunale.

Si tratta di un corso assolutamente gratuito, della durata di sei mesi, riservato alle donne, in cui verranno messi a punto esercizi sia fisici che mentali a favore di un’ottima consapevolezza di se stesse per attuare un’efficace autodifesa.  

“Non ci dovrebbe essere bisogno di questi corsi, ma sapersi difendere è cosa utile” sono le parole del Sindaco che continua rivolgendosi alle donne presenti: “Non dovreste essere voi a imparare a difendervi, ma dovremmo essere noi uomini a comportarci correttamente”. 

Come afferma l’istruttore Peritore, che dal 2011, ci racconta, si batte nel sociale, per poter cambiare bisogna essere consapevoli e per essere consapevoli bisogna avere il corpo e la mente allenati.

Come non apparire vittima è il concetto da cui si partirà a trattare l’autodifesa dal punto di vista psicologico con la presenza di una psicologa in quanto, sempre come ci spiega Peritore, l’agressore tende ad osservare e scegliere la vittima più facile.

Silvia e Monica che hanno già partecipato lo scorso anno ci confermano l’efficacia del corso dicendoci che: “Da sicurezza, fa scattare la freddezza nei momenti critici ed è d’aiuto in qualsiasi momento quotidiano”. 

Please follow and like us:
error

Lascia un commento