Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Luvinate ospita Paola Pugina con il libro “Chi parla al vento perde i suoni”

La sala polivalente “Don Luigi Sironi” del centro sociale di Luvinate ospiterà oggi, 22 marzo 2019, alle ore 18 la presentazione del libro “Chi parla al vento perde i suoni. Favole per scaldare i cuori” di Paola Pugina, a cui si affiancherà l’esibizione dell’orchestra studentesca “MusicArte Young”, del “Piccolo Coro Arcobaleno” e della violinista Martina Riva.

L’evento rientra nella rassegna primaverile “Musica e parole in Biblioteca 2019”, giunta alla sesta edizione che affianca i giovani musicisti dell’accademia MusicArte di Luvinate ad artisti locali.

L’autrice Paola Pugina, psicologa con studio a Gallarate e Varese, ha realizzato un booktrailer grazie alla voce narrante di Fabrizio Moroni, alle illustrazioni di Chiara Ghinassi, con la realizzazione del video a cura del fagnanese Paolo Bossi.

“Avevo un sogno nel cassetto, ed oggi quel sogno è uscito da quello spazio chiuso ed è diventato realtà”. Così racconta Paola Pugina nel presentare il suo libro di favole Pinguina, Pinguotta e Furetto vivranno storie ed avventure mettendo al centro, in realtà, i sentimenti, le delusioni e le fatiche dell’uomo di oggi. “Quando ci si innamora, quando si resta in attesa, ogni volta che si scopre la delusione, quando ci si sente sbagliati, ingarbugliati, non amati e non amabili: è questo il momento in cui si ha bisogno di guardare se stessi e la propria storia senza giudizio, dove lo sguardo dell’Altro diventa lo specchio per comprendersi fino in fondo”. Un mondo raccontato dai protagonisti delle tante favole racchiuse in questo libro, edito da Erickson Live.

Oltre al concerto per violino in Sol Maggiore di Haydn, interpretato dalla giovanissima Martina Riva, le musiche dell’orchestra e del coro saranno in linea con lo spirito della serata e della rassegna in generale: ascolteremo infatti “La vita è bella” di N. Piovani e “L’inno alla gioia” dalla sinfonia n 9 di Beethoven.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento