Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 15 Marzo 2019 alle 9:26

Tribunale di Varese: entrata bloccata per sei ore

Tribunale di Varese: entrata bloccata per sei ore
Tribunale di Varese: entrata bloccata per sei ore

Emergenza al Tribunale di Varese dove il cancello di entrata è rimasto fuori uso fino al primo pomeriggio, costringendo gli utenti a servirsi di un accesso di fortuna, senza controlli e senza sicurezza.

Il grande cancello all’ingresso del Tribunale di Varese ultimamente fa le bizze, ma il problema si verificava quasi sempre mentre era aperto e quindi interrato e c’era tutto il tempo per ripararlo e rimetterlo in funzione.
Questa volta invece si è bloccato da chiuso, alzato fuori da terra e quindi non ha permesso alle persone né di entrare né di uscire e il Tribunale è andato in emergenza.
E’ stato necessario predisporre una entrata alternativa in attesa della riparazione effettuata dopo sei ore di attesa.
La mattina del 13 marzo alle 8 e mezzo il cancello è rimasto bloccato e l’accesso al Tribunale impedito.
Essendo scaduto l’appalto con la ditta che se ne occupava in precedenza garantendone la manutenzione e gli interventi di urgenza si è dovuto ricorrere ad una nuova che il problema alla fine lo ha comunque risolto, ma dopo sei ore, intorno alle 14 e mezzo.
Anche se in giornata non vi erano fissate udienze, salvo le urgenze, il flusso dei visitatori tra utenti, avvocati e appartenenti alle forze dell’ordine, giudici, cancellieri e impiegati era continuo e un accesso di emergenza è stato messo a disposizione e precisamente quello dal quale si accede direttamente alla parte nuova del palazzo, quello che veniva usato molti anni fa, quando il Tribunale era in fase di ristrutturazione.
L’accesso di emergenza era però privo delle ordinarie protezioni (metal detector e macchina a raggi X) a garanzia della sicurezza di tutti sostituiti con un dipendente e due guardie giurate che hanno controllato i visitatori e li hanno indirizzati vero i vari uffici.

Please follow and like us:

Lascia un commento