Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 13 Marzo 2019 alle 19:11

Un Geometra Varesino eletto nel Consiglio Nazionale

 

Dopo diversi anni di assenza di un rappresentante delle categorie ordinistiche professionali della provincia di Varese è stato chiamato, a rappresentare la categoria a livello nazionale, il geom. Luca Bini presidente del Collegio Provinciale dei Geometri & Geometri Laureati della provincia di Varese, eletto tra gli undici componenti del Consiglio Nazionale (CNG) per il mandato 2019/2024.

 

Un vero e proprio primato per il Presidente Luca Bini, in quanto all’età di 36 anni divenne il Presidente più giovane di Italia e oggi, dopo aver svolto per più di otto anni tale incarico, è il più giovane Consigliere Nazionale in carica; lasciata la carica di rappresentante provinciale di Varese (per incompatibilità dei ruoli) continuerà il suo impegno a Roma a favore dei Geometri quale componente del “parlamento” Nazionale dei Geometri liberi professionisti.

La proclamazione del nuovo Organo di Governo della categoria dei 97.500 Geometri Italiani si è concretizzata con decreto del Ministero di Giustizia del 20 Febbraio scorso e l’insediamento ufficiale del nuovo Consiglio è avvenuto il giorno 13 Marzo u.s. presso il Ministero di Grazia e Giustizia.

Tutti i Consigli direttivi Provinciali dei Geometri d’Italia hanno espresso il voto a fine ottobre 2018 per il rinnovo del Consiglio Nazionale per il mandato 2109/2024, l’esito del voto ha premiato fra gli 11 consiglieri nazionali eletti, il Presidente in carica del Collegio dei Geometri di Varese, grazie al sostegno di tutti i Consigli Provinciali della Lombardia i quali, credendo in lui, ne hanno appoggiato la candidatura.

Le azioni compiute dal Presidente Luca Bini durante il percorso, svolto presso il Collegio Geometri di Varese ed iniziato nel 2002, sono state molteplici ricoprendo svariati incarichi tra i quali; componente della commissione di disciplina dal 2002 al 2004 e carica di tesoriere dal 2004 al 2010, prima di essere eletto come Presidente più giovane d’Italia nell’anno 2010. Durante questo lungo periodo le sue iniziative si sono concentrate principalmente in: innovazione, riorganizzazione della struttura amministrativa, regolamentazione dei procedimenti e qualificazione della spesa con potenziamento della formazione professionale, intensificazione dei rapporti con gli altri ordini professionali e sviluppo di attività di supporto agli enti locali.

Un lavoro evidentemente premiato durante le ultime elezioni Provinciali ordinistiche professionali tenutesi nel mese di settembre 2018 che lo hanno visto riconfermato nel ruolo di Presidente per il suo terzo mandato consecutivo, registrando un elevato numero di preferenze di voto al suo nominativo e la conferma integrale della sua lista.

Please follow and like us:

Lascia un commento