Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Sciopero Neos a Malpensa

La comunicazione della FIT-Cisl con la proclamazione dello sciopero di oggi 08.03.2019, ha comportato la presa di posizione ufficiale della Compagnia aerea Neos.

” l’O.S. FIT-Cisl ha proclamato uno sciopero degli assistenti di volo Neos sull’aeroporto di Milano Malpensa per il giorno 8 marzo dalle 10 alle 14. Pur non essendo previste cancellazioni dei voli programmati per tale data, potrebbe verificarsi un ritardo dell’orario operativo di alcuni voli in partenza”.

Allo sciopero in corso stanno partecipando parecchi lavoratori del trasporto aereo preoccupati per la presa di posizione incomprensibile della Neos.

La Fit Cisl è sicuramente tra le organizzazioni più rappresentative e firmataria dei contratti del settore da sempre.

La vertenza in atto penalizza lavoratori e utenti molto probabilmente a causa del “gravissimo attacco” citato in precedenza anche dal nostro giornale, stigmatizzato da Cannisi della Fit di Malpensa ma anche da Giovanni Abimelech segretario generale Fit Cisl Lombardia “ora più che mai vogliamo affermare il nostro ruolo di attore nella tutela privato collettiva del personale del trasporto aereo”.

Il mancato riconoscimento della Fit Cisl è grave perché Neos non può scegliersi l’interlocutore con cui trattare.. e se ne trova uno combattivo evita.

Ricordiamo che la Neos è stata condannata in secondo grado per “aver negato alle sue dipendenti, madri di figli minori il diritto all’esonero dal lavoro notturno” affermava Monica Mascia della Fit Cisl nazionale.

Segue comunicato ufficiale

Malpensa 8 marzo 2019
L’ 8 Marzo sarà la prima giornata di sciopero dei dipendenti della compagnia aerea Neos, proclamato dalla sigla sindacale Fit-Cisl. Lo sciopero sarà di 4 ore, 14:00, Lo sciopero si conferma in questa fase l’unico strumento democratico per la tutela dei nostri diritti. ln seguito alla continua ostinazione dell’azienda a perseguire una condotta di chiusura al dialogo e al confronto.
Nonostante noi dipendenti siamo fieri dell’ azienda in cui lavoriamo, non possiamo non rivendicare una maggiore attenzione nella programmazione dei turni, che rendono difficile la conciliazione lavoro-famiglia. Non vogliamo discutere in tribunale ogni problema. Il desiderio che abbiamo è quello di creare un filo che unisca dipendenti e dirigenza per poter creare le condizioni migliori per entrambi.
È doveroso un segno forte da parte della nostra categoria, questo è solo l’inizio per arrivare all’obbiettivo finale: il dialogo e la collaborazione per un ambiente lavorativo migliore, per costruire insieme il nostro futuro e non subirlo incondizionatamente. Chiediamo semplicemente di poter esprimere il nostro punto di vista, di rivedere la gestione organizzativa e gestionale del personale navigante che, ad oggi, non ha certezze. Lavoro, dedizione, orgoglio ed impegno sono le caratteristiche che ci contraddistinguono, trovarsi ad un tavolo in azienda sarebbe più costruttivo e dignitoso che in un aula di tribunale.
Vi aspettiamo numerosi marzo
RSA Fit CISL Mallo M. & Cusano M.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento