Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Bruxelles, Ciocca, lavora solo per l’abolizione del cambio dell’ora?

Invece di pensare ai problemi seri dei cittadini europei, a
Bruxelles si continua a lavorare per l’abolizione del cambio dell’ora.

Dopo un anno di consultazioni si è deciso che dal 2021 gli Stati membri dovranno decidere se restare con l’ora legale o con l’ora solare senza possibilità, dopo la scelta, di ritornare indietro.

Un’Europa che non si smentisce, deficitaria dove dovrebbe
essere più presente ed invasiva su proposte del tutto sconclusionate, con il
risultato che ci potremmo trovare a viaggiare tra i diversi Stati membri continuando
a mettere mano all’orologio, spostando avanti e indietro le lancette per una
sorta di assurdo fuso orario all’europea con tutti i problemi relativi a mezzi
pubblici e spostamenti vari.

Altrettanto stravagante è il fatto che la consultazione
popolare promossa dalla Commissione europea su questa tematica ha visto votare,
su un totale di 4,6 milioni di partecipanti, 3,5 milioni di rappresentati tedeschi.

Please follow and like us:

Lascia un commento