Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 6 Marzo 2019 alle 6:55

Besozzo, Fondazione UBI per Varese e UBI Banca, sensibili alle istanze sociali del territorio

I rappresentanti di Fondazione Unione Banche Italiane per
Varese onlus e di UBI Banca hanno fatto visita questo pomeriggio al Centro
Riabilitativo Semiresidenziale (CRS) di Fondazione Piatti a Besozzo per
consegnare virtualmente un importante contributo economico a sostegno del
programma “Terapia in acqua”.

Il CRS di Besozzo è operativo dal 2001 quale unità di
offerta di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza ed è per questo
accreditato e contrattualizzato con il sistema sanitario regionale.

Attualmente ospita 80 bambini e ragazzi con gravi patologie
neuromotorie, sindromi rare e disturbi pervasivi dello sviluppo in una fascia
di età compresa tra i 6 mesi e i 17 anni.

Il centro è dotato di una vasca terapeutica interna dove
vengono effettuati 1.700 interventi all’anno a favore di 35 piccoli ospiti.

Il programma di Terapia in acqua fa parte del “Piano
Riabilitativo Individualizzato” di ogni bambino ma non ha alcuna copertura
finanziaria da parte del soggetto pubblico.

Per non gravare sulle famiglie dei bambini e dei ragazzi
ospiti, Fondazione Piatti riesce a garantire questa attività grazie a risorse
proprie e all’assidua attività di raccolta fondi.

Fondazione UBI per Varese e UBI Banca, sensibili alle
istanze sociali del territorio, hanno raccolto l’appello in favore dei bambini
del CRS Besozzo di Fondazione Piatti e hanno deciso di dare un contributo di
10mila euro ciascuna, per un totale di 20mila euro.

Grazie a questo importante sostegno a 14 bambini su 35 verrà
garantito un percorso riabilitativo in acqua della durata di un intero anno.

«Fondazione UBI per Varese persegue finalità di solidarietà
sociale e il progetto proposto ci è parso perfettamente in linea con il nostro
impegno, afferma Luigi Jemoli, vicepresidente di Fondazione UBI per Varese
onlus.

Siamo felici che con il nostro contributo i bambini
coinvolti possano accedere alle terapie in acqua.»

«Il sostegno di Fondazione UBI per Varese e di UBI Banca è
importantissimo – spiega Cesarina Del Vecchio, Presidente di Fondazione Renato
Piatti.

La terapia in acqua permette ai bambini con disabilità
intellettiva di migliorare molto le capacità cognitive e relazionali.

Per i bambini con patologie neuromotorie, invece, ha effetti
positivi sulla rieducazione posturale e sulla capacità motoria globale.

L’obiettivo è permettere a quanti più bambini possibile di
avvalersi di questo prezioso intervento.»

Lascia un commento