Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Caronno Varesino, la maggioranza risponde ai due consiglieri che hanno cambiato casacca

A Caronno Varesino inizia con il botto la campagna elettorale registrando il cambio di casacca di due consiglieri che passando dalla maggioranza all’opposizione, adesso attaccano i membri della squadra di cui hanno fatto parte per cinque anni.

La maggioranza non ci sta e risponde spiegando la situazione su quanto successo in paese.

“La minoranza, dopo quasi cinque anni da “dormienti”, e due consiglieri di maggioranza che sono passati all’apposizione, per un mero tornaconto elettorale in vista delle prossime elezioni amministrative, stanno diffondendo tramite articoli pubblicati su quotidiani locali, volantini, interrogazioni consiliari e messaggi sui social media, notizie erronee, distorte e molto lontane dalla realtà dei fatti.

Per quanto riguarda i tributi, le risposte sono state fornite in Consiglio Comunale e, diversamente da quanto affermato, non si tratta di ben 15 tributi inevasi e di anni di insolvenza.

In un caso si è trattato di dimenticanza e nell’altro di una questione successoria di cui il componente della maggioranza è venuto a conoscenza solo a seguito della comunicazione dell’Ufficio Tributi.

In merito alla sostituzione del consigliere dimissionario con l’Arch. Raffaella Galli, è l’opposizione a bloccare i lavori del Consiglio Comunale. Il voto contrario espresso è privo di qualsiasi motivazione e non ha alcun fondamento.

La sostituzione, infatti, è un atto dovuto e l’Arch. Raffaella Galli ha il diritto di assumere la carica di consigliere perché è prima tra i non eletti ed è stata votata dai cittadini di Caronno Varesino.

Il comportamento dell’opposizione è chiaramente ostruzionistico e non rispetta la scelta della cittadinanza.

Essa ricorre a questo tipo di espediente perché non ha valide idee da opporre.

Di fronte all’atteggiamento illegittimo e irresponsabile di questi consiglieri, la maggioranza andrà fino in fondo perché intende onorare l’impegno assunto nei confronti dei propri elettori.

Per quanto riguarda la posizione del consigliere comunale Maria Rosa Broggini, occorre ribadire che non si accettano lezioni di moralità ed accuse di arrivismo da chi, dopo aver fatto parte della maggioranza di questo Consiglio Comunale ed aver ricoperto in seno alla Giunta la carica di assessore per più di nove anni, si propone alle prossime elezioni amministrative come aspirante sindaco con una propria lista, dopo che la Lega ha preferito altra candidatura.

Il consigliere Broggini non ha accettato il responso della locale sezione del partito e ha iniziato una “guerra” per mero tornaconto personale.

Ma vi è di più: pur militando nella Lega ha preso contatti con esponenti del locale Partito Democratico per costituire un’unica lista.

Ricavate le Vostre conclusioni cari Cittadini: si può riporre fiducia in una persona che cambia casacca politica a seconda della propria convenienza e che fonda la propria campagna elettorale su attacchi personali e gratuiti?”

Così conclude la maggioranza Consigliare targata “Un Cuore per Caronno”.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento