Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 13 Febbraio 2019 alle 16:29

Jimmy Pasin, osservazioni al PUT che rivoluzioneranno la viabilità

10ª OSSERVAZIONE AL PIANO DEL TRAFFICO
DI SOMMA LOMBARDO

Pasin: “Vengono declassate le vie dalla “pera” fino al Pip e pure tutto il sempione dal gommista fino a Vergiate.” idem la via Alberto da Somma

Via Giusti è una via che nell’analisi era stata messa come extraurbana, tra la pera e la falegnameria era rete urbana primaria e diventa strada urbana interquartiere…
Pasin: Ci errori grafici: prima le hanno descritte in un modo poi in un altro, molte strade sono classificate in modo sbagliato, rispetto all’effettiva esistenza.
La classifica determina il tipo di strada, es. via Giusti se è extraurbana c’è un certo tipo di classificazione e in futuro può essere ingrandita oppure ridotta come previsto dal codice della strada ( corsi emergenza, mariciapiede ecc) una strada interquartiere ha una sezione stradale più piccola con piste ciclabile.
La parte di via Giusti, pertinenza Anas, viene classificate come extraurbana primaria, come il Sempione degli alberghi fino a Vergiate, ecc. ( erano così nell’analisi).
Vengono declassificate le vie dalla pera fino al Pip e pure tutto il sempione dal gommista fino a Vergiate.
Corso Europa e Corso Repubblica diventerebbero stade urbane interquartiere come era prima.

“spero sia un errore grafico” (Pasin), mentre declassificare “il Sempione è una scelta politica”, idea di spostare il traffico dal Sempione da Corso Europa e Corso Repubblica? da via alberto da somma fino a Sant’Agnese diventerebbe senso unico.

Da via Roma si andrebbe solo a sinistra e chi viene da Vergiate ci sarebbe una rotonda per cui si dovrà scegliere dove andare; chi sceglierà di andare verso il centro ci sarà svolta a dx obbligatoria oppure la stradina dietro alla Fattoria Visconti.

Chi abita in via Briante dovra fare un giro lungo passare da Somma bassa e alla rotonda del gommista girare a sinistra, idem per chi va in chiesa oppure in comune.

A Coarezza, via Colombo, non si capisce in che modo, viene “declassata” da “strada urbana – rete intermedia” (nella tav 3.1 strada tipo E – urbana di quartiere) a “strada di tipo EF – urbana interzonale”, assimilandola a via Nazario Sauro.
È incongruente la modifica della classificazione della strada.

A Maddalena, non si capisce in che modo via Maddalena viene “declassata” da “strada urbana – rete intermedia” (nella tav 3.1 strada tipo E – urbana di quartiere) a “strada di tipo EF – urbana interzonale”, assimilandola a via S. Giovanni Bosco o alla piazza Guido Visconti di Modrone.
Anche qui è incongruente la modifica della classificazione della strada.

A Case Nuove, via Francesco Baracca, via Moreno, via De Pinedo, via strada per Malpensa e via Bailo, vengono “promosse” a “strada di tipo EF – urbana interzonale”, non essendo prima state classificate nella tavola 2.1 di analisi. Non viene più classificata la via per Tornavento, che nella tavola 2.1 era classificata come “strada extraurbana – rete secondaria”, mentre la via Giusti che porta a Somma Lombardo, viene “declassata” da “strada extraurbana – rete primaria” a “strade di tipo C – extraurbana secondaria”.

A prescindere dalla congruità della scelta operata, non è chiaro perché in fase di analisi quelle strade non erano già classificate diversamente.
Non è neppure chiaro l’intento che si intende perseguire riclassificando quelle vie.
Inoltre la “declassificazione” della via Giusti appare quanto meno azzardata, anche in funzione del fatto che la si vuole invece ridisegnare viste le difficoltà di scorrimento.

A Mezzana, la viabilità proveniente da Arsago Seprio fino alla rotonda viene “declassata” da “strada extraurbana – rete primaria” a “strada di tipo E – urbana di quartiere”, mentre via Binaghi e via Garzonio mantengono la loro classificazione a “strada di tipo E – urbana di quartiere” (nella tavola di analisi “strada urbana – rete intermedia”). Vengono “declassate” la via Don Selva, via De Amicis e via Bianco da “strada urbana – rete intermedia” a “strada di tipo EF – urbana interzonale”, e vengono assegnate alla stessa classe le vie XXV Aprile, Monte Ameno, via Bianco e via Lazzaretto che nella tavola di analisi non erano state classificate. Stranamente non è stata data nessuna classificazione, né in sede di analisi né in sede di progetto al tratto di via Bianco che va dal ponte sulla ferrovia all’uscita di via Monte Ameno.

Non è assolutamente chiaro perché viene declassata la strada di collegamento con Arsago Seprio.
Non è assolutamente chiaro quali sono gli intenti nella riclassificazione delle altre vie.

il resto qui: https://www.facebook.com/jimmy.pasin/media_set?set=a.2725317460819706&type=3

Please follow and like us:

Lascia un commento