Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 7 Febbraio 2019 alle 21:30

Pronto Soccorso, allarme e paura delle aggressioni

Episodi che non sono più tali, ma stanno diventando ripetitivi e occorrono interventi immediati.

Il dramma non riguarda solo Gallarate e Varese tanto per citare i casi ricorrenti dalle nostre parti, in cui  Eugenio Porfido, direttore generale dell’Asst Valle Olona sta lavorando all’implementazione della video sorveglianza mentre servirebbe «Un pulsante rosso» spiega Emanuele Monti, presidente della commissione Sanità del Pirellone, «collegato direttamente alle forze dell’ordine; in caso di necessità è sufficiente pigiarlo. Tempo di intervento stimato, poco più di un minuto».

Allo studio anche corsi per capire come affrontare lo stress e i pazienti particolarmente difficili, visto che c’è stato di recente pure un caso di suicidio all’ospedale di Gallarate.

Il Nurse aveva pure citato dei dati interessanti:

Suggerimenti adeguati:” un metodo molto utile è il “Triage Violence Risk Assessment Chart” (Tabella 2), ovvero uno strumento composto da tre parti (indagine primaria, osservazione dei comportamenti e ottenimento di un self-report dei sintomi da parte del paziente) che persegue la finalità di individuare i potenziali aggressori: se un utente presenta due o più indicatori forniti dallo strumento, si deve difatti considerare un rischio maggiore di violenza rispetto alla popolazione normale. “

Ci si deve attrezzare per prevenire, ma se ci fossero interventi a monte, tante situazioni sarebbero evitabili: ci si riferisce a droga e alcool.

La prossima mossa dei manager sarà proporre corsi di autodifesa?

Lascia un commento