Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 5 Febbraio 2019 alle 11:52

Lega, il governatore lombardo contestato in casa

di Giuseppe Criseo

La preoccupazione e la voglia di Matteo Salvini di arrivare al massimo storico ha spinto alla nuova strategia: creare un movimento collaterale alla Lega per arrivare al massimo dei voti possibili ed essere autosufficienti.E c’è da capirlo il Matteo nazionale, visto chi ha a fianco.Però, c’è un però.. cominciano i mal di pancia interni.La manovra di palazzo del Presidente Fontana è un pò azzardata o perlomeno non dovrebbe farla lui, ma si sa come funziona in politica quando il capo comanda non si può dire di no.Il buon Fontana ora si trova nell’occhio del ciclone, far saltare sul carro vincente di tutto e di più per ridimensionare Fratelli d’Italia e sopratutto pezzi importanti di Forza Italia, a lungo andare non può che portare danni all’interno ma anche all’esterno della Lega.Ci sono i vecchi militanti ma anche tanti che aspirano legittimamente a posizioni più alte in vista delle europee, e sono coloro che finora hanno remato per far crescere la Lega e ci sarebbe le lusinghe e promesse a quanto si stanno avvicinando senza entrare direttamente ma utilizzerebbero il movimento di Fontana.
I posti per tutti non ci sono e quindi si litiga.Analisi semplicistica?
Vedremo se ho ragione o no, un pochino di esperienza ce l’ho
, ma sempre pronto a scusarmi se ho torto

Lascia un commento