Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 1 Febbraio 2019 alle 15:05

EOLO: DAL 1 FEBBRAIO GUIDO GARRONE NUOVO CHIEF TECHNOLOGY OFFICER

EOLO, il principale operatore FWA in Italia per i segmenti business e residenziale, annuncia oggi la nomina di Guido Garrone in qualità di nuovo Chief Technology Officer e membro del Comitato Strategico.

Con un’esperienza di oltre 30 anni nel settore Information and Communications Technology, prima di entrare a far parte del management di EOLO, Guido è stato Direttore tecnico di Sirti S.p.a. per 12 anni, ha concorso significativamente all’aumento delle performance aziendali all’interno di Fastweb, azienda che ha contribuito a fondare, e all’interno della quale è stato Chief Technology Officer sino al 2008.

Il commento di Luca Spada, Fondatore e Presidente di EOLO: “Guido porta in EOLO un bagaglio formidabile di esperienza tecnica ed umana. Nella sua carriera decennale Guido ha seguito la progettazione e l’implementazione delle principali reti FTTH in Italia oltre ad aver visto la nascita delle prime reti FWA in Europa. Il suo ingresso in azienda rappresenta un importante passo verso il consolidamento di EOLO come operatore leader per la provincia italiana con tecnologia fixed wireless 100 mega e l’avvio dei servizi in fibra ottica in città”  

Sono molto contento di entrare a far parte del team EOLO, un’azienda giovane e fatta da giovani che – grazie alla conduzione intelligente, coraggiosa e dinamica di Luca Spada – hanno saputo creare un’offerta FWA che ha permesso di occupare con successo uno spazio “dimenticato” dal mercato.” – ha commentato Guido Garrone, CTO di EOLO – “Grazie ad EOLO infatti oggi molte famiglie ed aziende possono godere dei servizi in rete a banda ultralarga senza dover abbandonare tanti splendidi borghi italiani, un tempo relegati in un digital divide profondo. Spero che la mia esperienza permetta di contribuire a sviluppare ulteriormente il posizionamento di EOLO, incrementando la copertura FWA così come lanciando i nuovi servizi a 1 Gibit/sec nelle città già cablate in fibra ottica.”

Lascia un commento