Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Solbiate Olona, tutti pazzi per i Lego, un successo con oltre 1000 presenze

di Fausto Bossi

L’oratorio San Giovanni Paolo II in via Monte Rosa di Solbiate Olona è stato invaso nel pomeriggio di ieri dai piccoli grandi omini della Lego grazie al “Solbiate Brick 2019”.

Il grande evento a ingresso gratuito ha dedicato tutta una serie di momenti dedicati agli amanti dei mitici mattoncini LEGO, compagni di vita e di gioco di intere generazioni.
Pomeriggio per tutta la famiglia e soprattutto per tutti i bambini, indipendendentemente dalla loro età avendo allestito ben tre sale gioco, con le tante esposizioni delle opere Lego®, l’area gioco “pick & build” e “scegli e crea” o l’area gioco Duplo® per i più piccoli.

Inoltre l’invito a partecipare è esteso ai tanti bimbi che hanno portato la loro creazione da casa partecipando al concorso indetto per l’occasione.

Gli appassionati dei mitici mattoncini di plastica si sono potuti lustrare gli occhi ammirando le diverse composizioni e ricordare l’infanzia.

Nonostante fosse la prima edizione è stato un successo, come era facile prevedere, con l’oratorio assediato tutto il pomeriggio stimando almeno un migliaio di presenze nel salone ben organizzato.

Il Solbiate Bricks, ha riunito centinaia di famiglie e fatto
sgranare gli occhi a grandi e piccoli, tra tantissimi pezzi
coloratissimi, diorami di piccole e grandi dimensioni, navicelle
spaziali, missili e altre creazioni, dando spazio alla fantasia.

Tanti i “plastici” in mostra ispirati ai più diversi temi, tra
pirati, stadio, egizi, Star Wars, città e trenini nuovi e vintage con
pezzi originali anni ’60 e ’70, torri, mura merlate e draghi, e migliaia
di oggetti da collezione tra omini, macchinine, astronavi,
imbarcazioni, vegetazione e accessori vari.

«Ci ho sempre giocato, ho iniziato quando ero in fasce e non ho mai smesso, neppure ora che ho superato i cinquant’anni”, commenta un papà che accompagnava la propria figlia alla manifestazione.

Questa è un po’ la sintesi del pensiero dei presenti che conferma l’amore praticamente eterno che i mattoncini sprigionano ammaliando tutti, smentendo anche il fatto che sia un gioco da maschi. Sono tante anche le ragazze, infatti, che si sono distinte nella costruzione di vere opere d’arte, alcune delle quali non sembrano nemmeno costruiti con i mattoncini da quanto sono realistici.

Superata la fase giovanile in cui le costruzioni erano un passatempo, diventando grandi ci si dedica ad allargare la collezione e subito dopo a promuovere eventi, condividendo la passione con molti amici, figli e collaboratori ed espositori giunti anche da lontano, come ad esempio da Torino e Lugano.

Giornata epocale, tutti i partecipanti e gli organizzatori ringraziano Don Alessandro Marinoni per l’accoglienza, l’ottima cucina dei volontari solbiatesi e una premura “a misura di famiglia”, convinti e soddisfatti che il grande successo di questa manifestazione abbia contribuito a valorizzare la nostra città.

Infine un pensiero e un ringraziamento a chi ha realizzato l’evento dedicato al gioco più bello del mondo: i Lego, ergo Piemontebricks lug, afdl, Brianza lug, Valtbricks, silug bricks inside, i ragazzi di fotografia costruttiva, i premiati del concorso, i tanti espositori, la giovane fagnanese Greta Galli con la sua stupefacente mano artificiale e naturalmente Don Alessandro Marinoni, gentile e disponibilissimo padrone di casa.

E per rendere meglio il concetto espresso vi regaliamo una ricca gallery con un assaggio delle opere d’arte esposte durante la giornata Lego a Solbiate Olona.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento