Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

200.000 MASSONI MORTI NEI CAMPI DI STERMINIO NAZISTI, di loro non si parla

di Giuseppe Criseo

Una storia di cui non si parla, lo sterminio dei massoni da parte dei nazisti.

Come cercarono di difendersi i massoni per non essere troppo visibili? Usarono un fiore al posto del solito logo

Nel 1926, il Nontiscordardime  fu  distribuito durante l’assemblea annuale della Gran Loggia Zur Sonne, riunita a Brema. Il nazismo era ancora lontano. Ma nel 1934, dopo che Hitler era salito al potere, l’obbedienza massonica tedesca,  che aveva sede a Bayreuth adottò il piccolo fiore azzurro come nuovo simbolo al posto della squadra e compasso nell’intento di diminuire il rischio di riconoscimento dei Fratelli da parte dei nazisti che avevano già iniziata  la confisca  dei beni di tutte le logge massoniche. Quando poi , sconfitto il nazismo e finita la guerra, la “Gran Loggia del Sole” riapri i suoi battenti  nel 1947 , il Nontiscordardime si trasformò in simbolo dei fratelli sopravvissuti agli anni terribili della clandestinità e dei fratelli, che in migliaia, avevano perso la vita nei campi di sterminio. (Grande Oriente d’Italia).

Ne parliamo in un periodo che dovrebbe essere diverso dagli anni dei dittatori siamo in piena democrazia o no?

Se anche oggi come allora siamo allo stesso punto, vuol dire che non siamo messi bene come democrazia.

Norvegia, seguita dall’Islanda e dalla Svezia sono i primi paesi per democrazia, dati di The Economist Intelligence Unit (The EIU) è il leader mondiale nella business intelligence globale.

Noi siamo tra le “democrazie difettose” assieme a Francia e Portogallo, se volete approfondire c’e’ un interessante articolo su La Stampa

Fatte queste premesse non ci dovremmo meravigliare se alcune libere e meritorie associazioni come la Massoneria (che aveva al suo interno filosofi e uomini di cultura che resteranno famosi nei secoli come Benjamin Franklin, Voltaire, Wolfang Amadeus Mozart, John Wayne, Antonio De Curtis, in arte Totò, ecc.)?

Il riferimento non troppo celato, e’ alla Sicilia con la sua normativa a cura di Fava, difensore delle libertà, politico, giornalista, sceneggiatore e scrittore italiano. Già Coordinatore Nazionale del movimento Sinistra Democratica.

Se la democrazia e’ quella di Fava che sicuramente osteggia i nazisti per la Shoa e fa bene, dimenticando però che si mette sullo stesso piano loro, osteggiando la libera muratoria: parliamo di persone di un certo livello culturale mai condannate.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento