Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

La rinascita di Alex, affetto da una malattia genetica rara

di Giuseppe Criseo

“il percorso trapiantologico può dirsi concluso positivamente”, è l’annuncio che l’operazione di trapianto di cellule staminali del padre al figlio, ha avuto successo.

Grande soddisfazione della famiglia, dell’Ospedale “Bambino Gesù” e delle migliaia di persone mobilitate nell’occasione.

Il bambino risiede a Londra assieme ai genitori, ma era tornato in Italia per il trapianto, a seguito della disponibilità dell’ospedale della Santa Sede, a trattare il bambino.

Era affetto da  linfoistiocitosi emofagocitica (Hlh).
La Linfoistiocitosi Emofagocitica primaria è un disordine legato alla attivazione/proliferazione incontrollata delle cellule macrofagiche, una classe di globuli bianchi deputata alla difesa contro agenti esterni.

La malattia è determinata dalla mancanza di una proteina essenziale per la funzione “killer” dei linfociti e la per la sua cura non esistono farmaci approvati ma per ora solo il trapianto di cellule staminali ematopoietiche per la guarigione definitiva. 

Il piccolo ora sta bene, l’intervento è riuscito, e potrà essere dimesso presto dall’ospedale Bambino Gesù di Roma, dice il padre a Sky TG24.

 “Un bambino che ha gioia, volontà di vivere e che aveva bisogno di una mano. Siamo felici e siamo orgogliosi per quello che gli italiani hanno messo in campo nelle piazze o nei centri trasfusionali e del gesto d’amore che hanno dato, stanno dando e spero che continuerà”

La campagna ha portato 23.000 nuovi donatori,iscritti al registro dei donatori di midollo osseo a seguito del clamore sollevato dal caso. 

Please follow and like us:

Lascia un commento