Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 23 Gennaio 2019 alle 6:49

PROSSIMA NORMATIVA AMMAZZA NCC

La vertenza degli NCC rischia di esplodere con colpi di scena giornalieri, dallo sciopero della fame ad altre forme di protesta per una normativa che rischia di cancellare diritti e lavoro.

Vi invitiamo a leggere le considerazioni importanti e sintetiche di chi ci lavora:

Una pagina sintetica per
informare giornalisti, parlamentari, e chiunque può fermare ciò che sta
accadendo.

VINCOLI
PRELIMINARI PER I N.C.C.

1) Prenotazione servizi solo
presso la sede o rimessa del Comune che ha rilasciato l’autorizzazione N.C.C..

2) Attrezzare una sede
operativa oltre alla rimessa in ogni singolo Comune che ha rilasciato
autorizzazione.

3) Possibile obbligo comunicazione
preventiva, per accesso in Z.T.L. e corsie preferenziali, in 7954 Comuni.
4) Obbligo di conoscenza delle differenti modalità di accesso e compilazione
modulistica in già 300 Comuni.

5) Obbligo di compilazione foglio servizio cartaceo e poi
elettronico  con dati sensibili,
inutili per controlli.

CONDIZIONI
OPERATIVE PER I N.C.C.

6) Obbligo di conservazione a
bordo dei fogli di servizio con rischio furto dati sensibili, per almeno
15 gg.

7) L’inizio ed il termine di ogni
singolo servizio N.C.C. deve avvenire dalla rimessa di ogni rispettivo
Comune.

8) Obbligo di rientro in rimessa
alla fine di ogni singolo servizio effettuato con aggravio certo costi generali.

9) La deroga al rientro in
rimessa, in servizi sequenziali, è subordinata alla località di partenza/arrivo
utente.

10) Obbligo di sosta dei
veicoli N.C.C. solo all’interno delle rimesse (è vietato in sede o domicilio
del driver).

DISCRIMINAZIONI
FRA TAXI E N.C.C.

11) Possibile pagamento
pedaggio, per accesso Z.T.L. e corsie preferenziali, in 7954 Comunisolo per
N.C.C..

12) Introduzioni di sanzioni
spropositate (fermo veicolo) in caso inadempienze di servizio solo per i
N.C.C..

13) Impossibilità di
utilizzare un veicolo sostitutivo per i N.C.C., facoltà prevista dalle
normative per i Taxi. 

14) Differente concessione
nell’utilizzo veicolo da lavoro, anche ad uso proprio per i Taxi, vietato ai
N.C.C.. 15) Distorsivo regime fiscale sostanziale per i N.C.C. soggetti ad
aliquota I.V.A. 10%  a differenza dei
Taxi.

ALTRE ANOMALIE SOSTANZIALI E
LEGISLATIVE

16) Preoccupante ingerenza
l’ammissione che le normative N.C.C. sono state scritte da Avvocati dei
Taxisti.   17) Problematica la decisione
di fermare il rilascio autorizzazioni anziché sancire eventuale Blocco di
Bandi. 18) Abnorme una deroga solo per contratti di servizio stipulati e
registrati 15 gg. ante entrata in vigore D.L. 
19) Allarmante ignorare la causa del problema: Milano,Taxi 5.000-N.C.C.
240, Roma,Taxi 10.000-N.C.C. 800. 20) Assurdo non prevedere norme transitorie
fino alla riparametrazione dei titoli autorizzativi N.C.C. e Taxi.

COMPLETAMENTO DELLE
PROBLEMATICHE

Integrazione punto 5) Il foglio di servizio, richiesto
oltretutto in copia conforme, prevede solo l’indicazione dei km di partenza e di
arrivo, non contemplando e di fatto eliminando il servizio di disposizione a
tempo.

Integrazione
punto 8) Inoltre con incremento
certo dell’inquinamento atmosferico e del traffico veicolare.

Integrazione punto 18) Tale norma cancella di fatto la possibilità di
operare per il 90% degli N.C.C. anche in considerazione della non
obbligatorietà della registrazione di tale tipologia di contratti prima della
riforma.

Lascia un commento