Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Oggiona con Santo Stefano, gran Falò della Geoubia il 26 gennaio

di Fausto Bossi

L’evento della Geoubiana oltre ad essere un momento di aggregazione e di svago per la popolazione ha origini antiche, sin dal medioevo la Geoubiana viene rappresentata con sembianze umane, da questo nasce il fantoccio che ogni anno viene posizionato sul rogo.

Il compito della Pro Loco Oggiona Santo Stefano è di promuovere e mantenere vive queste tradizioni sul suo territorio, dando la possibilità anche alle nuove generazioni di avere una cultura sulla storia e tradizioni che da sempre ha accompagnato il rito, che i contadini facevano per sottolineare il passaggio di un inverno povero ad una primavera ricca e rigogliosa, per questo ogni anno veniva preparato questa “vecchia” da bruciare su di una pila di legna.

Come da tradizione, durante il rogo della “vecchia” verranno serviti oltre ai piatti tipici, che da sempre accompagnano questa festa, pasta e fagioli, panino con la salamella, patatine e il tradizionale vin brulè.

La Geuobia verrà preparata sin dal mattino e rimarrà esposta per tutta la giornata nella piazza del paese. A sera alle 19.00 verrà aperto lo stand gastronomico e sotto un tendone riscaldato troveranno posto a sedere ove poter consumare la cena. Alle 21.00 con la presenza delle autorità comunali avverrà l’accensione della Geoubiana.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento