Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Gallarate, popolazione costante e numero di stranieri invariato

Nel corso dell’ultimo triennio (1º gennaio 2016-1º gennaio 2019) la popolazione residente a Gallarate è rimasta sostanzialmente invariata, passando in tre anni da 53.343 residenti a 53.339: quattro cittadini residenti in meno.

Anche il dato degli stranieri è positivamente costante: in tre anni si è passati da 8.381 a 8.385, un aumento di soli quattro stranieri in città.

Un dato sorprendente se paragonato soprattutto a quello delle altre due grandi città della provincia: Varese e Busto Arsizio.

Infatti, se l’aumento degli stranieri a Gallarate si attesta su una percentuale dello 0,05%, nella vicina Busto Arsizio tale crescita è pari al 8,50%. Nell’ultimo triennio la popolazione bustocca è cresciuta di 657 stranieri a fronte di un aumento di 162 cittadini italiani.

Nel capoluogo varesino, invece, a fronte di una decrescita di
italiani di 373 unità, gli stranieri in più sono 133, corrispondenti a
un aumento percentuale del 1,34%.

Soddisfatto il sindaco Andrea Cassani: «È certamente positivo che la presenza di stranieri in città abbia subìto un brusco rallentamento nella crescita, al contrario di ciò che è avvenuto nelle altre grandi città.

Probabilmente, e aggiungerei finalmente, Gallarate non è più vista da chi arriva in Italia come la “terra promessa”; anche se l’eredità del grande numero di stranieri in città è massiccia. Tuttavia, credo che la politica del “prima i gallaratesi” stia dando i suoi frutti e le statistiche lo dimostrano».

Nella classifica degli stranieri presenti in città, la prima posizione è occupata dai pakistani (1.140, +6 in un anno), seguiti dagli albanesi (1.111, -52 in un anno) e completano il podio i rumeni (772, +13 in un anno). Al quarto posto ci sono i marocchini (709, -32 in un anno) e al quinto i bengalesi (701, -12 in un anno).

Please follow and like us:

Lascia un commento