Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 17 Gennaio 2019 alle 7:45

Gerenzano, riprendono le Serate della scienza all’Insubrias Biopark

Oggi, giovedì 17 gennaio 2019, riprendono le Serate della scienza all’Insubrias Biopark per conoscere una delle più importanti scoperta della medicina, ma anche i suoi impieghi e le sue evoluzioni in campo terapeutico e preventivo

Tornano all’Insubrias Biopark “Le Serate della Scienza”. Il primo appuntamento del 2019 è fissato per oggi, giovedì 17 gennaio, alle ore 21 nell’Aula magna dell’nsubrias biopark di via Lepetit a Gerenzano, quando interverrà Alfredo Goddi, direttore sanitario del centro medico SME diagnostica per immagini di Varese.

“Viaggio nel corpo umano con la diagnostica per immagini”, questo l’argomento che verrà affrontato durante la serata.

Non tutti sanno che i raggi X sono stati scoperti nel 1895 da
Wilhelm Rontgen, un fisico tedesco e che la sua scoperta, come molte
delle più grandi innovazioni nel campo della medicina, avvenne quasi per
caso.

Da allora, è passato più un secolo e la tecnologia si è ulteriormente specializzata nella diagnosi attraverso le immagini e le nuove scoperte e conoscenze informatiche hanno portato alla creazione di strumenti che hanno lo scopo, oltre che di diagnosticare una malattia, anche di evitare interventi invasivo sul paziente.

Attraverso le competenze del dottor Goddi il pubblico potrà così
scoprire non solo quali sono i principali esami che rientrano nella
diagnostica per immagini, ma anche la loro effettiva utilità, sia a
livello terapeutico sia a livello di prevenzione.

Per comprenderne l’importanza, infatti, basta dire che oggi è
davvero elevata la percentuale dei tumori che vengono diagnosticati per
tempo.

Negli ultimi 20 anni, ad esempio, se si pensa al tumore al seno,
grazie alla prevenzione senologica, il tasso di mortalità è calato del
38%.

Ma queste tecniche sono molto utili anche per “viaggiare” in tutto
il corpo umano. La diagnostica per immagini, infatti, oggi rappresenta
una delle ultime frontiere nello sviluppo delle apparecchiature a
disposizione della medicina moderna e utilizza strumenti computerizzati
che permettono di ottenere immagini degli organi interni del corpo umano
al fine di analizzare diverse patologie.

Dopo l’incontro di giovedì il prossimo appuntamento con le Serate
della scienza è per il 21 febbraio, sul tema “History food: l’uomo e il
cibo nel corso della storia”. La relatrice sarà la dottoressa Giovanna
Marini, archeologa.

La Fondazione Istituto Insubrico di Ricerca per la Vita svolge
principalmente attività di ricerca con un proprio team di ricercatori
nel campo della farmacologia, della microbiologia e delle biotecnologie.

FIIRV possiede un patrimonio che consiste in una rarissima
collezione di 166.000 estratti microbiologici e 15.000 ceppi, ed un
Centro di Ricerca oggi denominato Insubrias BioPark.

Nella gestione del Bioparco, FIIRV supporta aziende in fase di
start-up e spin-off, ospita gruppi già impegnati nei vari settori della
ricerca biotecnologica, promuove le sinergie tra i vari soggetti
incubati, con l’obiettivo di valorizzare l’Insubrias BioPark come punto
di riferimento e di collegamento per tutti gli attori del territorio,
dalle imprese fino agli Istituti accademici e di ricerca.

Insubrias BioPark è infatti oggi l’ottavo parco scientifico
tecnologico e incubatore di imprese in Italia nel settore biotech; si
trova nella città di Gerenzano, in provincia di Varese, e si estende su
una superficie complessiva di 52.000 mq di cui 15.000 interamente
dedicati a uffici e laboratori, di chimica, biologia e microbiologia,
forniti delle più avanzate tecnologie.

E’ collocato in una splendida area verde e gode di una posizione
assolutamente strategica. Dotato di infrastrutture flessibili e
d’avanguardia, Insubrias BioPark offre tutti i servizi tecnici,
logistici, informatici e telematici, di promozione, formazione, supporto
e consulenza necessari ad incentivare la Ricerca per la Vita, lo
Sviluppo e l’Innovazione Tecnologica, al fine di creare un efficace
sistema di relazioni tra i propri partners e il territorio.

Please follow and like us:

Lascia un commento