Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 15 Gennaio 2019 alle 6:37

Congo, continuano gli interessi della Francia sulle risorse minerarie

Congo tra le news che girano di più a causa delle sue risorse: si spiega così l’interesse internazionale sulle elezioni, non certo per il Pil di 450 dollari all’anno, uno dei più bassi al mondo.

Joseph Kabila lo sconfitto, aveva aumentato le royalty sui minerali estratti, e sulla zona ex colonia francese, spicca la dichiarazione di un altro pretendente Martin Fayulu – tycoon del petrolio ha detto:
“Questo risultato non ha niente a che vedere con la verità delle urne. Il popolo del Congo è stato defraudato delle proprie elezioni e non accetterà mai una frode del genere. Tshisekedi dove ha preso 7 milioni di voti?”.(fonte AGI). Non si ricorda che il 75% della popolazione vive di agricoltura ma il terreno coltivato è solo il 4% del totale, visto che la foresta pluviale è la seconda al mondo per importanza e tipologia di legname ricavato.

Quali sono i minerali presenti? Cobalto su cui hanno messo le mani i cinesi e i diamanti 22 milioni di carati, estratti dalle multinazionali, mentre la popolazione fa la fame e cerca di arrivare in Europa.

I francesi hanno la loro grande fetta di potere economico:

” LA SOCIETÀ DI STATO CHE GESTISCE LA PRODUZIONE E LA DISTRIBUZIONE DELL’ENERGIA ELETTRICA È LA S.E.E.G. (ENERGIA ELETTRICA E RISORSE IDRICHE); TUTTAVIA NELLA MAGGIOR PARTE DEGLI INTERVENTI CONNESSI SIA ALLA PROGETTAZIONE CHE ALLA COSTRUZIONE DI IMPIANTI DI PRODUZIONE O RETI DI DISTRIBUZIONE DI ACQUA ED ENERGIA ELETTRICA SI AVVALE DELLA COLLABORAZIONE DI UNA SOCIETÀ PRIVATA FRANCESE , LA VEOLIA (SI AGGIUDICA FREQUENTEMENTE LA MAGGIOR PARTE DEGLI AVVISI PUBBLICI). ” fonte http://www.italafricacentrale.com/

La corrente c’è nei centri principali, nelle periferie scarseggia.

L’Italia è presente con l’Eni e compra il petrolio assieme ai francesi della Total.

Lascia un commento