Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

TAV : ONLIT, REFERENDUM ANCHE IN CASO DI PROMOZIONE DELL’OPERA DA PARTE DELLA COMMISSIONE MINISTERIALE

Il referendum sulla Tav Torino-Lione andrebbe fatto anche e soprattutto in caso di una promozione dell’opera da parte della commissione di esperti, nominata dal Ministro Danilo Toninelli. “Il modo più efficace di ascoltare i cittadini per un Governo che si basa sulla partecipazione diretta sarebbe il referendum” ha detto il Ministro Matteo Salvini. In caso di referendum andrebbero messi in evidenza, oltre che costi e benefici, anche la scelta della modalità di finanziamento dell’opera, in un quadro perdurante di crisi delle risorse pubbliche. Diverse sono le possibilità di finanziamento: a fondo perduto, con il rischio di un aumento dei costi e dei tempi (solita gestione pubblica degli investimenti); secondo il modello traforo ferroviario del Gottardo (65% da una tassa sui Tir, 25% di accisa sulla benzina e 10% Iva), ovvero paga chi inquina; modello Eurotunnel con il 50% di capitali privati, scommettendo sul mercato (come in Gran Bretagna); e infine come è stato fatto per il raddoppio del canale di Suez, che è stato finanziato quasi interamente da investitori egiziani, con  6,5 milioni di dollari raccolti in pochi giorni sugli 8,3 necessari (a testimonianza che i cittadini credono nel progetto). 

Dario Balotta 

presidente Osservatorio nazionale Liberalizzazioni Infrastrutture e Trasporti 

Milano 11 gennaio 2019

Please follow and like us:
error

Lascia un commento