Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 3 Gennaio 2019 alle 9:39

Legge Bilancio, i dubbi di Confartigianato

di Giuseppe Criseo

«Come può un imprenditore pianificare la propria attività se non ha la possibilità, ad oggi, di sapere quanti e quali dipendenti potrebbe di perdere in corso d’anno, una volta entrata in vigore la nuova legge sulle pensioni? E, ancora, come si possono organizzare gli organici e le assunzioni senza tenere in considerazione gli eventuali benefici in tal senso connessi al reddito di cittadinanza?». Due casi su tutti, che non esauriscono la quota di incertezza in capo al mondo della piccola e media impresa: «Dal decreto semplificazioni al decreto fiscale al decreto dignità, diventa difficile riassumere il progetto legislativo nel suo complesso e attuarne sic et simpliciter i principi», presidente di Confartigianato Varese, Davide Galli.

Sono i dubbi e le perplessità per la legge di Bilancio appena approvata.

I tempi si sono dilatati a causa delle lungaggini sulle trattative con l’Europa e questo ha portato alla sua approvazione a fine anno.

Da qui le critiche di molti, ma d’altra parte andare all’esercizio provvisorio sarebbe stato peggio, e le critiche ancora maggiori.

Sono quelle situazioni dovute ad anni di governi provvisori e/o incapaci di vere riforme strutturali serie, ma solo e soltanto la rincorsa con soluzioni inadeguate.

Alcuni punti importanti vengono evidenziati da Confartigianato nella figura di GallI: “ciò che mi preme di più in questa fase è comprendere il progetto di sviluppo che si ha in mente per il Paese: rimangono, infatti, ancora troppi dubbi sul futuro delle grandi infrastrutture di collegamento e la stessa flat tax, così come è stata pensata, non assorbe a pieno le aspettative del mondo delle imprese». C’è poi da dire che le aziende, a inizio anno, saranno pure alle prese con la novità della fatturazione elettronica, «per la quale da mesi Confartigianato ha messo a punto la web app eBox con l’obiettivo di trasformare un obbligo oggettivo in opportunità di digitalizzazione».

Lascia un commento