Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 30 Dicembre 2018 alle 21:08

Il giorno 30 dicembre 1865 (153 anni fa) nasceva il Fratello Rudyard Kipling

di Giuseppe Criseo

Lo scrittore e poeta britannico Joseph Rudyard Kipling è nato a Bombay (l’attuale Mumbai) il 30 dicembre 1865 ed è morto a Londra il 18 gennaio 1936.

Premio Nobel per la letteratura 1907, aveva scritto molto :la raccolta di racconti Il libro della giungla (The Jungle Book1894), i romanzi Kim (1901), Capitani coraggiosi(1897), i componimenti in versi Gunga Din (1892), Se (If1895) e Il fardello dell’uomo bianco (The White Man’s Burden1899).

Si ricorda per la fantascienza attraverso John W. Campbell e Robert A. Heinlein.I suoi scritti sono anche stati usati largamente da Robert Baden-Powell come strumenti pedagogici nello scautismo; in particolar modo Il libro della giungla è il testo che fa da sfondo alle attività svolte dagli scout più piccoli (dagli otto agli undici anni) chiamati lupetti

Viene ricordato dalla Massoneria, Il suo ingresso nell’istituzione massonica avvenne nel 1886: “La scelta di essere iniziato Libero Muratore fu per lui forte e decisa poiché anche suo padre era massone.

L’iniziazione avvenne  nell’ Aprile del 1886 nella “Hope and Perseverance” n.782 all’oriente di Lhaore, loggia di cui fu subito segretario.

Negli anni successivi, molti spostamenti per motivi di lavoro portarono Kipling a frequentare assiduamente diverse logge in tutta l’India, paese allora molto eterogeneo, e ciò diede sicuramente al Kipling massone un’impronta che egli manterrà per tutta la vita.

L’anno 1889 vide il suo definitivo ritorno in Inghilterra, paese in cui rimase fino al suo matrimonio e in cui intrattenne fitti rapporti con altri importanti letterati del tempo, primo fra tutti Arthur Conan Doyle, anchegli massone e famosissimo creatore di Sherlock Holmes. ( Loggia Heredom)

Nel 1900, rientrato in Inghilterra, entrò a far  parte della Società dei Rosacroce, nel 1910 un’altra loggia di ispirazione culturale, che prese il nome di “Authors” e il numero distintivo di 3456.

Nel 1922, per conto della Gran Loggia di Francia fondò un’ulteriore officina chiamata “The Builder of the Silent Cities”.

Citato pure dal   dal Rito di York il suo scritto seguente:

“LA SERA DELL’AGAPE di Rudyard Kipling

Di quando in quando, disse Re Salomone,/Osservando i suoi cavatori estrarre la pietra,/Metteremo insieme il nostro aglio e il vino e il pane/E banchetteremo ai piedi del Trono./E tutti i Fratelli verranno a mensa/Come semplici Compagni/Né più né meno./Portate questo messaggio ad Hiram Abif,/Eccellente Maestro alla fucina e in miniera:/Nevica quasi sempre sulle gole del Libano,/E soffia sempre il vento giù sulla spiaggia di Joppa:/Ma una volta tanto, il messaggio porta/L’ordine di Salomone: Dimentica queste cose!/Fratello ai Mendicanti e Compagno ai Re,/Compagno ai Principi/Dimentica queste cose!/Compagno, dimentica queste cose.”

Si esprimono sentimenti di fraternità e di tolleranza, Kipling  può dunque essere considerato un “Maestro Globale”, i cui insegnamenti Massonici, basati fortemente sui principi del Compagnonaggio inglese, vertono sui tre famosi principi di Amore Fraterno, Conforto e Verità. ( http://www.heredom1224.it/it/area-pubblica/i-nostri-studi/joseph-rudyard-kipling.html)

 

Lascia un commento