Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 26 Dicembre 2018 alle 11:02

LOMBARDIA/SVIZZERA, FIRMATA UNA ‘ROAD MAP’ CON IL CANTON TICINO PER RENDERE PIÙ FORTE LA COLLABORAZIONE

Trasporti (non solo ferroviari), frontalieri, mercato del lavoro e protezione civile. Sono alcuni dei temi condivisi e messi a punto da una Road Map strategica per la cooperazione bilaterale far Lombardia e Canton Ticino.
L’accordo è stato sottoscritto dall’assessore regionale agli Enti locali, Montagna e Rapporti con la Svizzera Massimo Sertori, su delega del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, con il presidente del Canton Ticino, Claudio Zali, alla presenza dell’assessore alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, e del vice presidente del Cantone, Christian Vitta.
“La Road map è una fotografia sulle materie transfrontaliere di interesse di Lombardia e Ticino per avere chiaro lo stato dell’arte di ciascuna di esse e intravedere soluzioni possibili e realizzabili.
Insieme all’assessore Terzi ci siamo confrontati con i rappresentanti del Ticino dandoci un metodo di lavoro che potrà facilitare la risoluzione delle problematiche.
Stabilire le priorità, metterle in fila e sviluppare rapporti interpersonali di stima e fiducia reciproca aiuta a questo percorso comune. Il tutto rispettando sempre i tempi che ci siamo dati”.
Nella Road Map vengono dettagliati tutti i temi di comune interesse della Regione Lombardia e del Cantone Ticino. Fra questi: l’accordo fiscale sull’imposizione dei lavoratori frontalieri, il partenariato tra le rispettive protezioni civili, i servizi transfrontalieri del servizio pubblico, i progetti di creazione di posteggi car pooling e Park&Ride e le diverse progettualità previste dal Programma Interreg Italia-Svizzera.
Una parte importante della dichiarazione è dedicata alle Infrastrutture. “Con questo atto – ha spiegato Claudia Maria Terzi – diamo ancora più linfa a un’interlocuzione che non è mai mancata, concordando le tempistiche sugli impegni che ci siamo presi.
Stiamo già lavorando insieme al bando Interreg ‘SMISTO’ per quanto riguarda il trasporto su gomma. Per quanto riguarda invece i treni vogliamo assicurare servizi di trasporto internazionale sempre più efficienti sviluppando la rete ferroviaria nel triangolo Bellinzona-Lugano/ Varese-Malpensa /Como-Milano e garantire il servizio RE tra Milano e Lugano con puntualità e affidabilità.
Da quando ci siamo incontrati la prima volta a Bellinzona lo scorso 25 maggio, abbiamo fatto davvero tanto.
Desidero perciò ringraziare il presidente Zali per la concretezza e serietà con cui ha sempre portato avanti questa interlocuzione”.
Soddisfatto del risultato raggiunto anche il presidente Fontana: “Il nostro intento – ha commentato – è sempre stato quello di far compiere un salto di qualità ai già buoni rapporti di vicinato con il Canton Ticino.
Possiamo dire di esserci riusciti. Sono certo che con l’Autonomia potremo ulteriormente rafforzare la nostra possibilità di collaborare”.

Lascia un commento