Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Multe a chi non converte o chiude i libretti “al portatore” bancari e postali.

Il 31 dicembre segnerà la fine dei libretti “al portatore” bancari e postali che siano, simbolo a loro modo di un sicuro metodo di risparmio delle famiglie.

Lo sentenzia il decreto legislativo del 4 luglio 2017 che contiene le nuove e più restrittive norme di prevenzione del riciclaggio internazionale e del finanziamento al terrorismo.

Restano pochi giorni per consegnare ed estinguere i vecchi libretti di risparmio al portatore. Se non si provvede per tempo, entro il 31 dicembre 2018, si rischiano sanzioni amministrative.

Chi possiede un libretto di risparmio al portatore entro il 31 dicembre 2018 deve andare in banca o in posta a riconsegnare i supporti cartacei.

Per rientrare in possesso dei soldi accantonati sui libretti anonimi, le opzioni sono tre: trasferire i soldi su un conto corrente, chiedere la conversione in un libretto nominativo, o incassare il saldo in contanti.

Se il portatore originario di un libretto è deceduto, l’onere ricade sugli eredi. Nel caso di inadempienze è prevista una multa da 250 a 500 euro.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento