Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 16 Dicembre 2018 alle 21:08

Discoteche: controlli e sicurezza, chi è responsabile?

La sicurezza per tanti è solo una spesa superflua, un meccanismo infernale che costa mentre si potrebbe benissimo farne a meno.

Questo è il ragionamento che fanno in tanti “manager” che pensano solo a mettere i soldi in tasca, sapendo che in tanti casi basta “ungere”per risolvere spesso, quasi tutti i problemi.

Quando invece, ci scappa il morto o la strage come è avvenuto, allora ci sono i rimpianti, le uscite “politiche” di comodo, i distinguo e i soliti ” lo sapevamo” , ” lo avevamo detto”, mentre la gente muore.

Le responsabilità ci sono pure da parte dei frequentatori dei luoghi pubblici quando bevono a dismisura, si drogano, litigano magari armati.

Una situazione generale di mancanza di regole o del loro aggiramento con l’idea che in Italia si possa fare di tutto e di più, tanto poi si trova qualche magistrato di “larghe vedute” che chiude un occhio sullo spinello in pubblico e addossa tutto alla società, senza generalizzare naturalmente.

In altri casi però ad onor del vero, non solo i dirigenti a cercare di risparmiare, c’è anche la responsabilità di qualche lavoratore che pure avendo i mezzi antinfortunistici a disposizione, fa i cavoli suoi.

Sentiamo cosa ci ha scritto un operatore della sicurezza:

“Purtroppo leggiamo un’altra tragedia in discoteca,di chi è la responsabilità?Il mio parere è che non ci sono stati i dovuti controlli anche perché a differenza dello steward l’operatore di sicurezza meglio identificato con ADDETTO AL SERVIZIO DI CONTROLLO,non può controllare gli avventori della discoteca.

Ma la colpa è anche del gestore del locale che non si è accorto e ha fatto finta di non accorgersi della presenza di persone che era il doppio di quello che poteva ospitare il locale.
Anche vero che il personale della sicurezza non ha garantito le vie di fuga, infatti non vedo chiaro che tutte quelle persone aspettavano vicino in un posto che poteva cedere che poi è quello che è successo.
Quindi la sicurezza è una cosa seria che non va improvvisata,in tutta Italia i questori stanno dettando delle nuove regole per la sicurezza e per i locali, speriamo che certe persone che dovrebbero essere professionisti e certi gestori di locali imparano dagli sbagli altrui. Claudio Benedetti (Esperto in sicurezza).

Please follow and like us:

Lascia un commento