Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 14 Dicembre 2018 alle 15:14

Lascia mamma e figlio in auto per cercare la droga

 “I boschi e le aree agricole, che sopravvivono tra il nostro territorio comunale ed in quelli limitrofi di Gorla Minore, Marnate e Rescaldina, sono una risorsa di grande importanza per la qualità di vita che ancora ci possono consentire”, la descrizione del bel posto non ci fa presagire quanto accade nel Bosco del Rugareto.

Un via vai di auto di ogni dimensione, nel caso in oggetto si tratta di un suv.

Alla guida una mamma da non imitare, tanto disperata quanto dipendente dalla droga, da abbandonare il bimbo e la probabile mamma in mezzo al bosco per cercare di rifornirsi di droga.

Il sindaco Marco Scazzosi è consapevole di quanto accade e lancia l’allarme:

«Il numero di persone che ne fa uso è impressionante, anche gente insospettabile. Il mercato della droga prolifera perché ci sono acquirenti. Poi gli spacciatori – nonostante gli arresti, retate e controllo – tornano sempre. Ma il dato è evidentemente preoccupante perché, al di là dei numeri, emergono casi uno più drammatico dell’altro. Perché se una donna con un bimbo in fasce acquista e fa uso di droga, prima di tutto non sarà l’unica».

Una situazione paradossale e insostenibile, eppure i sequestri di droga sono giornalieri e a quintali, venendo poi distrutta in appositi inceneritori alla presenza di   giudice, degli avvocati, della polizia giudiziaria e, in caso ne facciano richiesta, anche degli imputati, dei loro familiari e dei giornalisti che ne facciano richiesta.

Lascia un commento