Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 4 Dicembre 2018 alle 14:51

Marina Galatioto, conosciamo una donna in gamba, giornalista, scrittrice, blogger e influencer

Marina Galatiolo

In questo articolo come anticipato nel titolo andiamo a conoscere Marina Galatioto, una ragazza in gamba, scrittrice, giornalista, blogger, influencer che scrive per passione e legge per piacere.

Ciao Marina, hai fatto tante cose fino ad oggi, ma se dovessi riavvolgere il nastro da cosa partiresti nel raccontarti?

“La mia storia inizia quando avevo circa dieci anni. Amavo scrivere. Ho ancora il mio vecchio quaderno di allora con delle banalissime fiabe che scrissi al tempo. Banalissime lo dico oggi! Scrivere è sempre stato il mio sogno nel cassetto, ma far leggere ciò che scrivevo era come esporre alla critica e alle valutazioni un pezzettino della mia anima, cosa che mi metteva molto a disagio. Poi un giorno mi capitò di andare ad una grandissima festa a Milano, al Palatrussardi. Sul palco c’era Aduardo Palomo, un grande attore di telenovelas. All’epoca andava molto “Cuore Selvaggio” di cui lui era indiscusso protagonista, mia suocera la guardava tutti i giorni. Per questo la conoscevo. Eduardo era un bel ragazzo dai capelli neri e lunghi. Dal palco del Palatrussardi disse secondo me delle grandi verità. Raccontò che gli attori di telenovelas erano visti un po’ come attori di seconda categoria. Lui però era fiero del suo lavoro e contento di fare ciò che gli piaceva. Banalmente mi domandai: “perché io invece dovrei vergonarmi?”

Quindi questo è stato il tuo primo passo nel mondo della scrittura?
“Si, perchè da quel momento il mio atteggiamento cambiò. Iniziai a scrivere e ad inviare racconti. Incontrai un agente letterario che mi disse che il genere che scrivevo io, il rosa, non aveva mercato così mi lanciai sui racconti del mistero. Il primo mistery me lo comprò GrandHotel. Parlo di diciassette anni fa. La telefonata del direttore fu così inaspettata che stentai a crederci. Inoltre mi sono presa una piccola rivincita, a dispetto di quanto mi aveva detto quell’agente letterario, ho pubblicato oltre 1.600 racconti, moltissimi del genere rosa, ho collaborato con le maggiori riviste di narrativa femminile italiane e pubblicato molti romanzi”, spiega soddisfatta Marina.
Allora hai trovato la tua vena d’oro?
“Sembrava esserlo in effetti, ma visto che però questo tipo di lavoro mi portava ad isolarmi troppo per scrivere ho pensato che diventare giornalista poteva aiutarmi nel confronto con le persone. Così ho iniziato a collaborare con varie redazioni a livello locale e nazionale e poi è arrivato il momento dei blog. C’è stato un periodo in cui scrivevo per quindici blog differenti, ognuno su un argomento diverso e mi divertivo moltissimo”.

Marina Galatiolo

Hai cambiato totalmente genere
“A differenza di oggi io ho avuto la fortuna di incontrare nella mia carriera sempre persone che mi hanno pagato e che quindi mi hanno permesso di lavorare e crescere. In rete ho pubblicato qualcosa come 15.000 articoli. Scrivere era il mio sogno, è la mia vita. Se non scrivo divento nervosa e perdo la pazienza!” racconta sorridendo la scrittrice.
Ti sei arenata o è arrivata la svolta
“Si, avevo tanto contenuto online che ad un certo punto ha attirato evidentemente l’attenzione e sono stata contattata da una grossa agenzia che mi ha proposto di fare l’influncer. A quei tempi non sapevo nemmeno di cosa si parlasse. Come in tutte le professioni bisogna imparare. Le agenzie si sono moltiplicate, ho aperto dei blog miei, vengo contattata da agenzie, aziende, attività che vogliono farsi conoscere online, che capiscono quanto sia importante raggiungere le persone dove le puoi trovare, ovvero sui social. Se posso dirlo, penso che anche le piccole attività locali dovrebbero ritagliarsi uno spazio online per raggiungere potenziali clienti”. Come ti sei trovata in questa veste del tutto nuova “Mi piace il mio lavoro perché mi permette di scrivere sempre e posso farlo liberamente, senza vincoli, senza dover sottostare a regole non mie. Ho moltissimi amici, e followers, che non ho mai incontrato, ma con i quali c’è una stima reciproca e rispetto. Si parla tanto male della rete, ma come in tutte le cose bisogna sempre valutare come viene usata e da chi. A me ha aiutato ad avvicinarmi a persone che altrimenti non avrei mai avuto l’opportunità di conoscere”.

E oggi invece
“Continuo la mia attività di scrittrice per ora in self-publishing, poi vedremo, parallelamente a quella di influencer. Una aiuta l’altra. Molte persone leggono i miei libri e poi mi seguono, altre invece il contrario, prima mi seguono sui social e poi mi leggono”, continua Marina la simpatica chiacchierata.
Dopo tutte queste esperienze, hai un sogno nel cassetto ancora da realizzare?
Il mio sogno? Poter aiutare le persone a seguire la loro strada e ad essere felici. Questo è ciò che vorrei più di tutto, e utilizzo la scrittura e il mio lavoro per cercare di lasciare qualcosa in chi mi legge. Mi sento fortunata. Faccio ciò che mi piace, sono la persona che volevo essere, sono felice e credo che questa condizione valga più di tanto altro. Per me scrivere è dare speranza, è creare un mondo alternativo che ha sempre un lieto fine perché il mondo è già abbastanza difficile di per sé e ti ringrazio per avermi dato l’opportunità di parlarne” conclude Marina la lunga intervista dedicatale.

One thought on “Marina Galatioto, conosciamo una donna in gamba, giornalista, scrittrice, blogger e influencer

Lascia un commento