Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 27 Novembre 2018 alle 10:05

Gallarate, iniziato lo sgombero di via Lazzaretto

Il Sindaco di Gallarate, Andrea Cassani, ha annunciato l’avvio dei lavori di sgombero di via Lazzaretto. “Si tratta di abusi edilizi conclamati, dal 2011 una sentenza del Tribunale ha sancito lo sfratto di queste persone che sono lì illegalmente dal 2009. È da marzo che queste persone sono informate delle nostre intenzioni.
Abbiamo aspettato a sgomberare il campo dopo aver fatto il bando per gli alloggi di residenza pubblica (dal 15 ottobre al 15 novembre) e su 25 famiglie solo una ha presentato la richiesta. Il 13 novembre è stato detto ai rappresentanti del campo che da venerdì 23 novembre ogni giorno sarebbe stato utile per lo sgombero e loro venerdì hanno chiesto tempo per spostarsi autonomamente.
Non potendo basare il rispetto della legge esclusivamente su promesse, ho chiesto loro di dimostrarmi questa volontà fornendomi, entro ieri, la richiesta di trasporto eccezionale per le loro case mobili e un crono-programma.

Ieri non è arrivato nulla e adesso la pazienza dei gallaratesi è finita. Non ci sono ulteriori ultimatum.

Andrea Cassani

Gente che non paga tasse e utenze da anni ma possiede terreni, auto,
che si compra case da 220.000€ pur non avendo reddito non è gente che
può venirci a far la morale o che ci possa far impietosire.

Con
che faccia il comune chiede di pagare le tasse alla gente onesta in
difficoltà sapendo che c’è chi se ne frega delle leggi e non paga nulla?
Adesso la pacchia è finita.

Quindi per i bambini e per gli
anziani che non hanno roulotte o caravan mettiamo a disposizione una
tenda riscaldata per al massimo 30 giorni e per chi ha dei bambini
l’offerta non negoziabile del comune è 1.000€: prendere o lasciare.

Mi dispiace umanamente solo per i bambini ma non possono essere usati
dai loro genitori per farla sempre franca. Alle famiglie il tempo per
trovare alloggi in regola ai loro figli è stato concesso, se i genitori
al benessere dei loro figli preferiscono altro non provino a far
ricadere colpe sull’amministrazione che sta solo facendo rispettare le
leggi. Leggi che sono e devono essere uguali per tutti.

Se è una questione di cultura nomade, allora che viaggino ma non accettiamo più abusi edilizi. Avere dei campi nomadi è una facoltà, non un obbligo, per i comuni. Noi abbiamo deciso di non averne più.

Se vogliono continuare a vivere a Gallarate si affittino una casa o stiano nelle roulotte facendo per davvero i nomadi e si mettano a girare oppure trovino qualche amministrazione più permissiva della nostra che li fa insediare in pianta stabile.
La direttiva di Piantedosi, il capo di gabinetto di Matteo Salvini, ha reso più semplice effettuare lo sgombero perché ha anteposto il diritto di proprietà e di legalità rispetto alla salvaguardia dei soggetti fragili abusivi; salvaguardia che comunque stiamo garantendo.

Credo che Gallarate sia il primo caso in Italia dove si sfrutta appieno questa direttiva e mi auguro che possa essere utilizzata da altri colleghi che hanno gli stessi problemi nei loro comuni”, ha concluso il Sindaco Andrea Cassani.

Lascia un commento