Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 15 Novembre 2018 alle 16:53

Palumbo e Monti difendono il Campo dei Fiori

INCENDIO CAMPO DEI FIORI / PALUMBO (FI) E MONTI (LEGA): «PRIORITARIA SISTEMAZIONE E MESSA IN SICUREZZA CAMPO DEI FIORI. BENE LE PRIME AZIONI DELLA GIUNTA. ORA PROSEGUIRE L’IMPEGNO PER REALIZZARE QUANTO PROMESSO».

Milano, 15 novembre 2018Audizione del Presidente del Parco Campo dei Fiori Giuseppe Barra, dei Sindaci di Barasso e Luvinate Antonio Braida e Alessandro Boriani e dell’Assessore Varesino Dino De Simone, svoltasi questa mattina in VIII Commissione Agricoltura, montagna, foreste e parchi del Consiglio Regionale su richiesta del Presidente della V Commissione Angelo Palumbo.

«Continueremo a portare le istanze dei territori colpiti dall’incendio del Campo dei Fiori in Consiglio Regionale e in Giunta, affinché si realizzino interamente le promesse annunciate alla fine del 2017. La messa in sicurezza e la sistemazione del Campo dei Fiori è e rimane una priorità». Così commentano i consiglieri regionali Angelo Palumbo (FI) ed Emanuele Monti (Lega), a margine dell’incontro.

«Abbiamo ascoltato con grande interesse gli interventi e ringraziamo innanzitutto quanti – fra enti, associazioni, volontari, donne e uomini della Protezione Civile e dell’Antincendio Boschivo, realtà sociali ed economiche – hanno lavorato in questo anno, dopo il terribile incendio che ha colpito il Campo dei Fiori, prodigandosi per il rilancio della montagna. Constatare l’affetto e la vicinanza di tante persone al proprio territorio è una cosa davvero significativa e che riempie il cuore».

«Prendiamo poi atto – proseguono i consiglieri – delle positive azioni messe in campo fin qui dalla Giunta lombarda, con la stanziamento delle prime importanti risorse nel luglio scorso, pari a 750.000 €, contro il rischio idrogeologico e per la sistemazione dei boschi nei comuni di Barasso e Luvinate, nelle zone a valle della montagna».

«Gli annunciati effetti drammatici dell’incendio hanno però dimostrato in questo anno tutta la loro pericolosità. Siamo rimasti impressionati dalle sconvolgenti immagini trasmesse durante l’audizione, dove abbiamo constatato la velocità e la forza con la quale il fango e i detriti arrivano a valle. Le zone attraversate dal fuoco aumentano infatti esponenzialmente il rischio di colate detritiche, rendendo la terra impermeabile e meno capace di assorbire e fermare l’acqua. Ed è proprio quello che è successo tra Varese, Barasso e Luvinate fra luglio ed ottobre 2018 in più occasioni. Non dobbiamo per questo abbassare la guardia ed occorre piuttosto intervenire -sottolineano i Consiglieri – per finanziare la messa in sicurezza totale anche della parte alta del Campo dei Fiori.

 

«Il Consiglio regionale si era già espresso nel dicembre 2017 con l’approvazione all’unanimità  di un ordine del giorno (presentato dallo stesso Monti) che impegnava l’allora Giunta a reperire le risorse necessarie. Dobbiamo ora continuare  a trasformare le promesse in azioni, in modo da sanare definitivamente questa ferita. Servono infatti interventi risolutivi a monte dei paesi, verso la vetta: eliminazione della legna bruciata, ripiantumazione dei boschi, individuazione dissesti e sistemazione forestale, opere di stabilizzazione, realizzazione di linee tagliafuoco preventive. Tutto questo per evitare che le comunità locali, a valle, si trovino continuamente ad affrontare, ad ogni pioggia intensa, problemi e rischi per la loro sicurezza e l’incolumità pubblica.

«Siamo contenti che tutti i gruppi politici presenti in Commissione (Forza Italia, Lega, Lista Fontana, PD e Movimento 5 stelle) per voce dei loro consiglieri della provincia di Varese, si siano impegnati a portare avanti un’iniziativa comune per la salvaguardia del nostro patrimonio naturale.»

Lascia un commento