Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Comportamento da tenere per i passeggeri ATM e confronto col mondo

di Giuseppe Criseo

Tante volte ci siamo chiesti, ma com’è possibile che ci siano certi modi di fare in pubblico irriguardosi del prossimo?

Ci saranno delle norme a tal riguardo?  Ecco cosa dicono due paragrafi del comportamento da tenere, che in teoria dovrebbe essere adottato da tutti coloro che comprano il biglietto.

metropolitana Mosca

art.20.

“sono vietati comportamenti che possano mettere a rischio la propria sicurezza e quella altrui, oltre ad
arrecare fastidio agli altri passeggeri (a titolo di esempio: saltare o sedersi sulle transenne, sui varchi
di accesso o sui muretti di delimitazione presenti nelle stazioni, occupare più di un posto a sedere sui
treni e in stazione o non lasciare il posto a chi ne ha più bisogno, ingombrare i passaggi ostacolando il
transito degli altri passeggeri, farsi scivolare lungo i corrimano, sostare in corrispondenza delle scale fisse e mobili e dei varchi di accesso);

art.21.

è vietato schiamazzare, parlare ad alta voce al telefono o comunque tenere un atteggiamento scorretto
che possa disturbare gli altri viaggiatori. È vietato l’uso di radio e di altri dispositivi di riproduzione audio
portatili, salvo che siano usati con gli appositi auricolari.

Sarà anche vero che difficilmente ci sarà qualcuno che farà rispettare le regole senza provocare risentimenti e magari pure aggressioni…

In altri paesi vigono più o meno le stesse regole che magari vengono rispettate, del tipo: ““please let passengers off the train before boarding”. (Londra).

Magari ci fosse il galateo: ” Durante l’attesa è bene non sostare troppo vicini ad altri passeggeri per non infastidirli e rispettare la loro privacy. Inoltre, anche quando si è in corsa, è davvero poco carino essere sorpresi a leggere il libro o il giornale del vicino, dunque, non fatelo! Se consumate degli snack (sempre con moderazione, sia chiaro)” .

A Madrid la metropolitana ha un forte riguardo per i disabili ( il Piano di accessibilità 2016-2020, che si espanderà dal 63% delle attuali stazioni accessibili al 73%.), ma prevedono alcuni regolamenti per i cani ( la museruola da noi non esiste), e c’è pure il diritto ad “Essere trasportato con un certificato di trasporto valido insieme agli oggetti e ai pacchi trasportati a mano, a condizione che non causino disagi o pericoli per altri viaggiatori”, oppure “Essere trattati correttamente dagli agenti Metro de Madrid e rispondere alle richieste di aiuto e informazioni richieste da loro. “

Altre curisità: secondo un sondaggio del Daily Telegraph la metropolitana più bella del mondo è quella di Napoli, il resto se vi appassiona, lo potete leggere cliccando sull’articolo di siviaggia.it

 

Please follow and like us:
error

Lascia un commento