Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Magdi Cristiano Allam, falso il video di un direttore d’orchestra che invita la Regina Beatrice d’Olanda a convertirsi all’islam

di Giuseppe Criseo

“Il video del direttore d’orchestra musulmano che invita la Regina Beatrice d’Olanda a convertirsi all’islam è un falso. Siamo vittime di una strategia di disinformazione e manipolazione delle nostre scelte”, un nota che spinge a tenere gli occhi aperti su tante news che non si capisce da dove arrivano, se non da siti che si occupano e pensano solo ed esclusivamente di fare conoscere i contatti e le visite, sicuramente per rivendere i dati personali.

Entriamo nel merito di quanto scoperto da Magdi:” si tratta di un fatto successo il 3 settembre 2011, ben otto anni fa, il che dovrebbe da subito far riflettere sul perché viene proposto ora.

cliccare per vedere il video

Poi si scopre che l’uomo che ha parlato prima dell’inizio del concerto era un intruso. Si attendeva l’arrivo del Presidente dell’Associazione dei compositori olandesi, che avrebbe dovuto rivolgere un saluto in occasione del centenario dell’Associazione.
Poi si prende atto che era un folle, che si era definito un profeta, evocando al tempo stesso sia Maometto sia Gesù. Era un folle noto alle forze dell’ordine che tuttavia è riuscito a aggirare le misure di sicurezza e a prendere il microfono e parlare al pubblico. Al concerto era presente la Regina Beatrice, a cui è succeduto il Re Guglielmo Alessandro dal 30 aprile 2013. Anche questo dato avrebbe dovuto far comprendere che non si tratta di un video recente.
Colpisce anche il fatto che questo folle non abbia opposto la minima resistenza quando un musicista si è avvicinato e gli ha preso il microfono, così come si è allontanato senza problemi all’arrivo delle forze dell’ordine in borghese.
Infine, dobbiamo rilevare che il video era già stato diffuso in passato, sempre con la stessa spiegazione falsa, e che ora viene ridiffuso con la medesima spiegazione falsa”.

 

 

Please follow and like us:

Lascia un commento