Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Milano, “Nueva Compañia Tangueros”, la più innovativa, originale, aristocratica compagnia di tango, una garanzia.

Mariachiara Michieli è un’artista a tutto tondo e fondatrice della“Nueva Compañia Tangueros”, la più innovativa, originale, aristocraticacompagnia di tango del milanese che potrete mai vedere su unpalcoscenico.

Michieli inizia a studiare il tango già nel 1987 quando si trasferisce a Buenos Aires dove risiederà per oltre undici anni.

Studia privatamente con Miguel Balmaceda, Pepito Avellaneda eAntonio Todaro e frequenta le milonghe, dove balla con i suoi maestri e igrandi milongueros dell’epoca.

Fonda a Londra la scuola di tango The Argentino Way poi il festivalOriente-Occidente di Rovereto le commissiona uno spettacolo di tango.

Nasce così Tangueros che Mariachiara crea insieme a MarcoCastellani e Alejandro Aquino, con le musiche dal vivo del SextetoTango.

Insegna regolarmente in Italia, Germania, Olanda, Svizzera, Belgio,Francia e Inghilterra. Nasce nel 1994 la Compañia Tangueros cheMariachiara fonda e dirige insieme a Marco Castellani e AlejandroAquino.

Lo spettacolo Tangueros colleziona oltre centocinquanta repliche inItalia. Tra i teatri principali il Comunale di Ferrara, l’Ariston diSanremo, il Testoni di Bologna, il Nazionale di Milano e i festival diOsimo e Vignale Danza continuando a insegnare nelle principali scuole ditango europee.

Nel 1996, dopo la separazione artistica da Aquino, Mariachiaracambia radicalmente la compagine della compagnia, fondando insieme aMarco Castellani la Nueva Compañía Tangueros.

Proprio in questi anni Mariachiara modella progressivamente la suacompagnia di tango secondo una concezione analoga a quella del balletto -ballerini stabili, prove e classi regolari, studio del repertorio – chele permette di realizzare coreografie rivoluzionarie, come quella diGotan e di Cuatro Noches.

Lo spettacolo debutta a Milano per due settimane al Teatro Ciak e verrà rappresentato oltre cento volte in due anni.

Mariachiara Michieli si dedica soprattutto all’insegnamento inItalia e all’estero. Riorganizza la sua Scuola Tangueros di Milanostrutturandone i programmi didattici su base annuale, con corsi regolaridi coppia e tecnica, pratiche guidate, laboratori tematici diapprofondimento, masterclass per professionisti, coaching, lezioni sullastoria e la cultura del tango.

È Maestro di tango nel programma televisivo Academy di Rai 2 econsulente coreografico della coppia di pattinaggio artistico sughiaccio Anna Cappellini e Luca Lanotte ai Campionati Europei del 2007.

Tiene lezioni e masterclass a ballerini e solisti di compagnie internazionali di danza contemporanea.

Insegna in alcuni college negli Stati Uniti e a San Pietroburgo. Ècondirettore artistico insieme a Marco Castellani e Paolo Cossato dellerassegne di tango al Teatro La Fenice di Venezia per la SocietàVeneziana di Concerti nel 2009 e 2014.

“Insegno dal 1991, metà della mia vita l’ho passata in sala prove.Nel tango ogni dettaglio è determinante: l’abbraccio, la postura, ilcamminare vellutato, l’intarsio dei passi e degli abbellimenti.

Come nella boxe e nei gesti dell’amore, tutto risponde aun’intenzione nascosta o, se vogliamo, a uno stile. E’ con lo stile cheil tango ricama i suoi gigli di seta sui nostri stracci da pavimenti.

Tra i miei allievi ho avuto solisti del Royal Ballet e di Bejart,professionisti argentini che ho preparato al palcoscenico e migliaia diromantici ballerini di pista.

Con ognuno di loro sono stata una maestra severa e amorevole. Soper esperienza che il momento di massima vicinanza al tango si ha quandosentiamo per la prima volta che dentro c’è qualcosa di vero e luminoso.

Lo scopo della Scuola Tangueros è proteggere e salvaguardare ilvostro batticuore, è insegnarvi a ricamare magnifici gigli di seta lungoil cammino” spiega l’insegnante.

Ancora oggi crescono nella scuola con tanti sacrifici e impegnonuove coppie di ballerini che riescono a regalare una continuità anchedal punto di vista dei risultati raggiunti negli anni.

Please follow and like us:
error

Lascia un commento