Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 9 Febbraio 2016 alle 10:54

LOMBARDIA. CASA/1, BORDONALI: AZZERATE OCCUPAZIONI IN FLAGRANZA DI REATO

– LOMBARDIA. CASA/1, BORDONALI: AZZERATE OCCUPAZIONI IN

FLAGRANZA DI REATO

“RIPRISTINARE LEGALITÀ PRIMA DI RIQUALIFICARE GLI ALLOGGI”

(Lnews – Milano, 08 feb) “Le occupazioni abusive in flagranza di reato

sono state praticamente azzerate”. Lo ha detto l’assessore regionale

alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali,

durante il sopralluogo effettuato stamani con il vice presidente della

Regione Lombardia e assessore alla casa, Housing sociale ed Expo,

Fabrizio Sala e l’assessore all’Ambiente, Energia e Sviluppo sostenibile,

Claudia Maria Terzi, ai caseggiati Aler di Via Bolla a Milano.

CON PROTOCOLLO INTESA AZZERATE OCCUPAZIONI IN FLAGRANZA –

“Questo – ha detto spiegato Bordonali – è il primo grande risultato

raggiunto grazie al Protocollo d’Intesa sottoscritto a novembre 2014 con

il Comune di Milano, la prefettura, la questura e l’Aler. A poco più di un

anno di distanza possiamo dunque dire che qualche risultato è già

arrivato. Certo, rimane un grande lavoro da fare soprattutto nella lotta

all’abusivismo che, lo ricordo, rimane un reato. E, oltretutto, toglie la

possibilità, a chi ne ha diritto , di avere una casa”.

SGOMBERI IN FLAGRANZA/COSA PREVEDE IL PROTOCOLLO – Tutte le

segnalazioni di una nuova occupazione abusiva devono confluire al

Numero Unico di Emergenza (112). Gli operatori del 112 provvedono a

inoltrare la segnalazione alla Centrale operativa della Polizia locale,

che, tramite apposito “database”, dovrà: individuare il gestore delle

proprietà dell’alloggio (Aler Milano o Comune di Milano, che ha

affidato la gestione alla società Metropolitana Milanese); allertare gli

ispettori (in reperibilità) dei gestori. L’Ispettore dell’Ente proprietario, il cui

servizio è attivo 24 ore su 24 e 365 giorni all’anno, che dovrà arrivare per

primo sul posto, verifica l’effettività e le modalità dell’occupazione,

informandone la Sala operativa della Polizia locale, che attiva i Servizi

sociali. La Sala operativa della Polizia locale procederà anche a

informare con tempestività la Sala operativa della Forza di Polizia

competente, secondo il Piano di Controllo del Territorio. La Polizia

locale effettuerà gli sgomberi in flagranza avvalendosi dell’Unità

Antiabusivismo.

RIPRISTINARE LEGALITÀ PRIMA DI RIQUALIFICARE ALLOGGI – “Il primo

intervento da fare – ha concluso Bordonali – è quindi quello di ripristinare

la legalità. Solo dopo sarà possibile intervenire in maniera strutturale

sugli alloggi e caseggiati”. (Lnews)

Lascia un commento