Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 22 Gennaio 2016 alle 12:25

Diritto alla casa. Forza Nuova a Gallarate

RUSSO, CROCE: IN TEMA DI RIACQUISIZIONE NAZIONALE DEL DIRITTO ALLA CASA E DEI BASILARI CONTRIBUTI ASSISTENZIALI FORZA NUOVA E’ LUNICO FARO ATTORNIATO DALL’OSCURA INCONCLUDENZA CENTRO DESTRA –LEGHISTA!
Nel pomeriggio di sabato 23 gennaio, a partire dalle ore 15.30, i forzanovisti della provincia di
Varese saranno impegnati a Gallarate nella centrale P.zza Libertà in un gazebo di propaganda orientato alla diffusione del progetto/petizione #tempodicasa . Russo Federico, responsabile provinciale, afferma: << sabato saremo in piazza a batterci per la riacquisizione dei diritti sociali dei nostri connazionali e per denunciare, ancora una volta, la totale incoerenza legislativa del centro-destra: quante volte lo abbiamo sentito strillare nelle piazze, nei talkshow? Prima gli Italiani? Prima i nostri? Ebbene in Regione Lombardia la più lampante dimostrazione di irrazionalità si e’ compiuta 12 anni fa, e mai e’ stata modificata, con l’approvazione del regolamento 10 febbraio 2004, n1. Tale impianto legislativo ha letteralmente parificato i bisogni abitativi dei lombardi, italiani da generazioni, che con il sacrificio contributivo sono stati determinanti alla sussistenza dell’Istituzione stessa a quelli di un qualsiasi straniero, comunitario o meno, residente in regione da almeno 5 anni. Questa “massima di protezionismo” nei fatti a garantito che oltre il 60% degli alloggi siano stati concessi agli stranieri sbarrando le porte a migliaia di famiglie italiane in difficoltà; la risposta maroniana alle continue proteste forzanoviste in merito è stata oltretutto l’applicazione dei medesimi principi in merito all’erogazione dei nuovi contributi assistenziali: se con l’approvazione del cosidetto Ius Culturae il governo Renzi ambisce a conferire la cittadinanza, e quindi tutti i diritti collegati, ai figli degli stranieri che abbiano concluso un ciclo di studi (quindi dopo aver accumulato almeno 13 anni di presenza attiva nella comunità) la giunta Maroni considera lombardo e quindi meritevole di una casa popolare, di qualsiasi emanazione del cosidetto “reddito di autonomia” (bonus bebe, bonus affitto, bonus inserimento lavorativo) qualsiasi straniero, comunitario o meno, residente in regione da solo più di 5 anni >> Riccardo Croce, candidato sindaco cittadino conclude: << basta false promesse! Giocare in questo modo sulle aspettative dei poveri italiani è un crimine! Gli alloggi di edilizia residenziale pubblica, gesiti da Aler quanto dal Comune, devono essere assegnati prioritariamente ai gallaratesi in possesso della cittadinanza italiana da almeno due generazioni è così l’erogazione di ogni contributo assistenziale: fino a che l’ultimo senza casa non abbia un tetto, fino a che l’ultimo disoccupato non sia sostenuto e non abbia la possibilità di intraprendere un serio progetto di ri-inserimento lavorativo, fino a che l’ultimo disabile non sia assistito troviamo del tutto irresponsabile ogni forma di aiuto agli stranieri e ai “nuovi italiani” coloro che pretendono prima di aver contribuito concretamente alla sussistenza del sistema chiamato ad assisterli. Questa è la nostra lotta in ambito nazionale, in ambito regionale, provinciale e comunale. C’e’ chi sceglie la via dell’inganno per garantirsi la poltrona, c’e’ chi sceglie la retorica per contestarci…noi invece, da 18 anni a questa parte abbiamo scelto una sola strada: la difesa più intransigente e il sostegno più sincero dei nostri connazionali in difficoltà >>
Ufficio Stampa
Forza Nuova
Provincia di Varese
tel: 3387573557
mail: [email protected]
facebook: FN Provincia di Varese/Altomilanese

 

Please follow and like us:

Lascia un commento