Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pubblicato il: 20 Gennaio 2016 alle 10:41

LOMBARDIA.FERROVIE,SORTE:ACCORDO DA 41 MILIONI CON RFI PER POTENZIAMENTO RETE CONFERMATE NUOVE FERMATE A BERGAMO OSPEDALE E COMO CAMERLATA INTERVENTI SU MILANO/MORTARA, CODOGNO/MANTOVA, MILANO/LECCO

  • LOMBARDIA.FERROVIE,SORTE:ACCORDO DA 41 MILIONI CON RFI PER POTENZIAMENTO RETE CONFERMATE NUOVE FERMATE A BERGAMO OSPEDALE E COMO CAMERLATA INTERVENTI SU MILANO/MORTARA, CODOGNO/MANTOVA, MILANO/LECCO (Lnews – Milano, 19 gen)
    sorte
    La realizzazione della nuova fermata ferroviaria dell’Ospedale di Bergamo, la nuova fermata di interscambio 13 con la rete Fnm di Como/Camerlata (linea Milano-Chiasso) e altri interventi per la velocizzazione e la regolarizzazione del servizio ferroviario regionale nelle linee a semplice binario Lecco-Colico-Tirano (Bellano, Ponte di Valtellina), Milano-Mortara (Abbiategrasso, Vigevano), Codogno-Mantova (Castellucchio). Questi i contenuti dell’accordo da 41 milioni di euro (cofinanziato al 50 per cento da entrambi i sottoscrittori) siglato, oggi pomeriggio, dall’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Alessandro Sorte e dall’amministratore delegato di Rete Ferroviaria Italiana, Maurizio Gentile. IMPEGNO STRAORDINARIO PER SERVIZIO PIÙ SICURO E REGOLARE – “E’ un impegno straordinario – ha detto Sorte -, per rinnovare, con un intervento massiccio, le strutture della rete ferroviaria. Vogliamo investire su Tpl, ben consapevoli che la rete è piuttosto satura e quindi gli investimenti servono. E questo è uno dei tanti passi che stiamo facendo insieme e che ci consente di non rinunciare ad alcuni progetti di eccellenza come l’apertura della stazione all’ospedale Bergamo e la velocizzazione e regolarizzazione del servizio ferroviario nelle linee a semplice binario”. FERMATA OSPEDALE, UN SOGNO CHE SI AVVERA – “In particolare, – ha aggiunto l’assessore – collegare la stazione di Bergamo con l’ospedale è un servizio molto richiesto e sentito. L’abbiamo voluto, abbiamo lavorato 6 mesi e, oggi, grazie alla collaborazione di Rfi, possiamo firmare un atto che ci consente di tradurre in realtà quello che fino a poco fa era solo un sogno”. GLI INTERVENTI NEL DETTAGLIO – Gli interventi di potenziamento infrastrutturale e tecnologico della rete ferroviaria regionale (che si affiancano alla realizzazione delle due nuove fermate di Bergamo ospedale e Como Camerlata) saranno realizzati per fasi entro il 2022. I cantieri saranno operativi in cinque stazioni delle linee Mortara/Milano, Milano/Lecco/Sondrio/Tirano e Codogno/ Mantova. – Bergamo: realizzazione della nuova fermata presso l’ospedale ed eliminazione del passaggio a livello di via Martin Luther King. Interventi propedeutici e funzionali per la realizzazione del raddoppio della linea Ponte San Pietro-Bergamo-Montello. Investimento economico complessivo 6 milioni di euro. Avvio cantieri entro il 2017. – Como Camerlata (linea Milano-Chiasso): realizzazione di una nuova fermata di interscambio con la linea di Fnm; la conclusione dei lavori 14 avverrà entro il 2019 e l’investimento economico complessivo è di 6 milioni di euro; – Vigevano (linea Milano-Mortara): velocizzazione in stazione degli itinerari di arrivo/partenza dei treni, impiego di scambi percorribili a 60 km/h e realizzazione di modifiche tecnico-infrastrutturali per gestire in sicurezza ingressi e uscite contemporanee dei convogli. La fine lavori è prevista entro il 2019; l’investimento economico complessivo è di 4 milioni di euro; – Bellano (linea Milano-Lecco): velocizzazione in stazione degli itinerari di arrivo/partenza dei treni, impiego di scambi percorribili a 60 km/h e realizzazione di modifiche tecnico-infrastrutturali per gestire in sicurezza ingressi e uscite contemporanee dei convogli. La fine lavori è prevista entro il 2022 e l’investimento economico complessivo di 5 milioni di euro; – Ponte in Valtellina (linea Sondrio-Tirano): velocizzazione in stazione degli itinerari di arrivo/partenza dei treni, impiego di scambi percorribili a 60 km/h e realizzazione di modifiche tecnico-infrastrutturali per gestire in sicurezza ingressi e uscite contemporanee dei convogli. Conclusione degli interventi entro il 2022 e investimento economico complessivo di 10 milioni di euro; – Abbiategrasso (linea Milano-Mortara): velocizzazione in stazione degli itinerari di arrivo/partenza dei treni, impiego di scambi percorribili a 60 km/h e realizzazione di modifiche tecnico-infrastrutturali per gestire in sicurezza ingressi e uscite contemporanee dei convogli; realizzazione di un sottopasso pedonale. Fine lavori entro il 2022. Investimento economico complessivo 7 milioni di euro; – Castellucchio (linea Codogno-Mantova): velocizzazione in stazione degli itinerari di arrivo/partenza dei treni, impiego di scambi percorribili a 60 km/h e realizzazione di modifiche tecnico-infrastrutturali per gestire in sicurezza ingressi e uscite contemporanee dei convogli; realizzazione di un sottopasso pedonale. Conclusione interventi entro il 2022, per un investimento economico complessivo 9 milioni di euro. (Lnews
Please follow and like us:

Lascia un commento