Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Social network, arrestato pedofilo barese

 
Social network, arrestato pedofilo barese
pedofilia-noline-550
Non è facile per un genitore sapere chi frequenta dopo la scuola ed in particolar modo con chi scambia messaggi con whatsapp e/o su facebook.
Sarebbe indelicato guardare nel cellulare dei propri figli e nelle chat aperte..
Però quando ci sono i guai devono intervenire i genitori, come nel caso del barese “arrestato dagli specialisti della Polizia postale barese con l’accusa di corruzione di minorenne, pornografia minorile, adescamento di minorenni. Gli episodi sarebbero avvenuti tra il 13 marzo e il 1° settembre scorso nei confronti di sei ragazzine di età inferiore a quattordici anni.”
Addirittura sotto i 14 anni.
L’uomo si fingeva innamorato di  lei “ (“amo.. cucciolo.. ti amo.. ke cucciolo ke sei amore…” sono alcune delle paroline dolci che usava per circuire la ragazzina), il “mostro” l’ha persuasa a realizzare due foto intime e a inviargliele.”
Queste sono le frasi intercettate dalla Polizia in un comunicato con l’annuncio della sua cattura.
Come ci sono arrivati? Tramite agenti sotto copertura che si sono finti/e minorenni e sono stati/e al gioco fino al suo ritrovamento e relativa denuncia, dopo avere ottenuto le relative prove.
I metodi utilizzati sono i soliti dei maniaci “l’uomo inviava alle minori filmati realizzati da lui stesso e che lo riproducevano, senza mostrare il volto, disteso su un letto mentre si masturbava”.
Genitori attenti e parlate con i vostri figli per notare cambi di abitudini e segnali di attaccamento morboso a cellulari e computer.
 
Giuseppe Criseo
Varese Press

Please follow and like us:
error

Lascia un commento