Varese Press giornale online

gli altri siamo noi

Pd, le news di Alfieri

Carissimi e carissimi,

come di consueto sono ad aggiornavi sulla mia attività in Consiglio Regionale e su quella del PD lombardo.

 alfieri

ELEZIONI AMMINISTRATIVE: IL PD ALLA GUIDA DI 11 CAPOLUOGHI SU 12. ORA MANCA SOLO VARESE

In Lombardia, in controtendenza rispetto allo scenario nazionale, il centrosinistra ha retto bene ed è riuscita ad ottenere risultati sperati ma tutt’altro che scontati. Dal 2010 al 2015, infatti, sono cambiati completamente gli equilibri politici nella nostra regione. Rispetto ai tre Comuni che governava cinque anni fa, oggi il centrosinistra guida undici dei dodici capoluoghi. Questi successi alle amministrative hanno portato il centrosinistra a governare ben 11 Province su 12 (nel 2010 era solo una). Le vittorie a Mantova e a Lecco, seppur diverse tra di loro, dimostrano che quando si mette in campo un progetto credibile e concreto i risultati non tardano ad arrivare. Grande soddisfazione poi per i successi ottenuti a Segrate, roccaforte berlusconiana strappata all’ultimo al centrodestra, e a Somma Lombardo. Risultati che premiano il lavoro di collaborazione del Partito Democratico con le migliori energie del mondo civico lombardo.

A questo link trovate tutti i risultati delle amministrative 2015.

LA LOMBARDIA APPROVA LA LEGGE PER LA LOTTA ALLA MAFIA
È stata approvata in Consiglio regionale la nuova legge per il contrasto alle mafie e l’educazione alla legalità. Frutto di un lavoro bipartisan, nato nella commissione speciale Antimafia presieduta da Gianantonio Girelli (Partito Democratico) insieme alla commissione Affari istituzionali, raccoglie in 37 articoli la volontà del Consiglio regionale di farsi protagonista della promozione della legalità. La Lombardia non è, come qualcuno dice, una regione mafiosa, è però un territorio dove bisogna fare i conti con la forte presenza delle mafie e dare supporto alla parte sana, ampiamente maggioritaria, della società, delle istituzioni e del mondo imprenditoriale. Ci siamo così dotati finalmente di uno strumento legislativo efficace, ora sta a Regione Lombardia utilizzarlo appieno.
A questo link tutti gli aspetti qualificanti della legge.

 

SI AVVICINA LA DISCUSSIONE SULLA RIFORMA DELLA SANITA’ MA LA MAGGIORANZA RIMANE DIVISA
La maggioranza di Maroni è divisa più che mai. Manca un mese alla data della prevista approvazione in Aula e siamo tornati a emendamenti contrapposti che delineano due visioni diverse. Da una parte la strana coppia Lega-Ncd, cioè chi voleva cambiare tutto e chi vuole difendere l’impostazione formigoniana, dall’altra Forza Italia e l’assessorato alla sanità. Si tratta di una riforma monca che a dispetto del libro bianco di Maroni, presentato ormai un anno fa, interviene solo sull’architettura del sistema sanitario regionale, ovvero sui primi 24 articoli di 134 del testo unico in vigore. C’è grande attenzione alla redistribuzione delle poltrone, nulla però cambia nel sistema di nomina dei direttori generali che rimane totalmente in mano alla politica. Continuiamo a chiedere di poter entrare nel merito delle questioni, ma con una situazione così contorta e contraddittoria ci risulta molto difficile poterlo fare. Gli emendamenti presentati sono più di 400. Pd e Patto Civico ne hanno depositati in tutto 70, il Movimento 5 stelle 194, Lega-NCD 35, Forza Italia 103.

A questo link trovate il testo della proposta di riforma presentata dal Partito Democratico quasi un anno fa.

BANDI E CONTRIBUTI
Vi ricordo che il sito del Gruppo del Partito Democratico in Consiglio Regionale raccoglie un’aggiornata selezione dei bandi e dei finanziamenti, potete consultarla a questo link: http://www.pdregionelombardia.it/bandi.asp  

Rimanendo a disposizione per eventuali richieste di chiarimenti o di intervento, vi saluto caramente,

Alessandro Alfieri

  • Chi non volesse ricevere via mail gli aggiornamenti sulle mie attività in Consiglio Regionale me lo segnali a alessandro.alfieri@consiglio.regione.lombardia.it

 

Please follow and like us:
error

Lascia un commento