Juventus,articoli sportivi della Juventus sequestrati perchè falsi

Due imprenditori italiani senza scrupoli, approfittando dell’entusiasmo dei tifosi hanno architettato una serie di falsi articoli sportivi: “80.000 articoli contraffatti nonché 20 macchinari industriali, apparati informatici impiegati per la produzione degli articoli contraffatti, 60.000 imballi oltre a file e cliché relativi ai marchi registrati per un valore di oltre 770.000.”

La Guardia di Finanza è sempre molto attiva per far rispettare le regole di mercato quando i prodotti non sono conformi come in questo caso.

Gli imprenditori erano preparati all’evento sportivo:la vittoria della scudetto della Juventus, sicuri che non avrebbero avuto problemi nel piazzare la merce contraffatta, ma non avevano fatto i conti con i controlli e la professionalità che contraddistingue la Guardia di Finanza.
Sono oltre 80.000 gli articoli sportivi sequestrati la scorsa giornata dalla Guardia di Finanza di Torino recanti il marchio della squadra calcistica della Juventus falsamente “griffato” e pronti per essere immessi sul mercato in vista degli imminenti festeggiamenti per la vittoria dello scudetto. Le indagini, condotte dai Baschi Verdi del Gruppo Torino e coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo Piemontese, hanno interessato due aziende del Torinese di stampaggi e articoli da regalo. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati oltre 80.000 articoli contraffatti nonché 20 macchinari industriali, apparati informatici impiegati per la produzione degli articoli contraffatti, 60.000 imballi oltre a file e cliché relativi ai marchi registrati per un valore di oltre 770.000. I titolari delle aziende coinvolte, due imprenditori italiani, sono stati denunciati alla Procura della Repubblica per contraffazione, frode in commercio e ricettazione
La merce sequestrata, gadget di ogni tipo della Juventus: maglie, magneti, cover, cuscini, era destinata, principalmente, ai festeggiamenti per la vittoria dello scudetto della squadra Piemontese. L’operazione rientra nel quadro delle attività svolte dalla Guardia di Finanza a tutela dell’economia legale e sono finalizzate a preservare il mercato dalla diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza imposti dalla normativa nazionale ed Europea. Le indagini della Guardia di Finanza proseguono per ricostruire il profitto dell’illecita attività imprenditoriale.