Sanità varesina, delibera su punti nascite. Emanuele Monti: “Garantire servizio pediatria ad Angera”

Approvata oggi dalla Giunta lombarda delibera circa le nuove linee guida sui punti nascita lombardi. Nel merito è intervenuto il Presidente della Commissione Sanità e Politiche sociali del Pirellone, Emanuele Monti.

“la Delibera approvata nella giornata odierna – afferma Emanuele Monti – rappresenta un intervento doveroso sui punti nascita più piccoli, nell’attesa che si metta mano alla legge nazionale, rimediando ai pasticci causati dall’allora ministro Lorenzin. I contenuti di questa delibera nascono a seguito di un tavolo tecnico – scientifico e il contributo degli esperti ha consentito di fare sintesi, introducendo il concetto dell’accompagnamento nel percorso di gravidanza e del successivo follow up della madre e del neonato, garantendo loro il diritto alla cura e alla presa in carico, con la partoriente che viene seguita in tutte le fasi della gravidanza (prima e dopo la nascita) nelle strutture più vicine territorialmente, ma con il momento della nascita spostato negli ospedali meglio attrezzati.”

“Sul caso specifico dell’Ospedale di Angera – prosegue Emanuele Monti – che ho seguito fin dagli albori, mi sono fatto portavoce della necessità espressa a più riprese dal territorio, ovvero quella della difesa della pediatria, con la copertura di almeno un medico pediatra, una figura fondamentale anche per il pronto soccorso. Su questo tema mi sono attivato sentendo e portando questa richiesta direttamente ai due direttori generali coinvolti, Brazzoli dell’Asst Valle Olona cui fa capo attualmente Angera e Bravi, dell’Asst Sette Laghi, grazie al cui sforzo si è riusciti a tenere aperto fino ad oggi il punto nascite. Ho ricevuto riscontri positivi in questo senso continuerò a seguire la partita da vicino, anche per quanto riguarda la copertura della pediatria nel fine settimana. Questo si rende necessario anche in forza della vocazione turistica del territorio coinvolto – conclude Emanuele Monti – e per venire incontro alle richieste dei cittadini.”