Lara Comi: TRUMP VUOLE IMPORRE NUOVI DAZI. L'EUROPA REAGISCA"

DAZI, LARA COMI (FI-PPE): "CONFERMATI I SENTORI NEGATIVI DELLA MIA MISSIONE NEGLI USA, TRUMP VUOLE IMPORRE NUOVI DAZI. L'EUROPA REAGISCA"

"Dazi del 20% sulle importazioni di auto negli USA e standard ambientali più restrittivi per i costruttori non americani, da Trump un altro duro colpo per l'Unione Europea e per l'Italia. Dobbiamo reagire con compattezza come Europa per evitare un'escalation che rischia di mettere in ginocchio il nostro export". Così Lara Comi, eurodeputata di Forza Italia, vicepresidente del Gruppo PPE al Parlamento europeo, commenta la decisione annunciata dal Presidente degli Stati Uniti nell'incontro alla Casa Bianca con i vertici dei principali costruttori d'auto mondiali.
"L'avevo preannunciato qualche giorno fa e purtroppo è arrivata la conferma di quanto era emerso a Washington nel corso degli incontri avuti con i rappresentanti del governo, del Congresso e del mondo del trade, ovvero la volontà del Presidente Donald Trump di applicare i dazi su alcuni prodotti - spiega Lara Comi, appena rientrata da una missione istituzionale negli Stati Uniti - il protezionismo di Trump è un pericolo per l'economia mondiale, che rischia di rallentare la propria crescita, ma soprattutto lo è per il nostro Paese, che ha nelle esportazioni uno dei propri punti di forza". Anche nell'automotive, oggetto dei nuovi dazi di Trump: secondo il recente report di ANFIA (Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica), gli Stati Uniti rappresentano, in valore, il primo Paese di destinazione per l’export di autoveicoli dall’Italia, con una quota del 22,5%.

Notizie in evidenza