Lombardia: Galli, preaccordo con Governo è punto di partenza per autonomia

Il Consiglio regionale lombardo ha approvato all'unanimità un Ordine del Giorno volto a trattare con il Governo una maggiore autonomia.

A margine del Consiglio regionale Stefano Bruno Galli, assessore della Regione Lombardia all'Autonomia e alla Cultura con delega alle Riforme Istituzionali e alla Città Metropolitana, ha voluto ringraziare i consiglieri di tutte le forze politiche che hanno dato vita a un vivace dibattito, approvando all'unanimità un Ordine del Giorno in cui si dà il più ampio mandato per la trattativa con il governo finalizzata a ottenere una maggiore autonomia per la nostra amata Lombardia.

"Vogliamo aprire una nuova pagina nella storia del regionalismo, quella del regionalismo differenziato con gli strumenti costituzionali che abbiamo a disposizione per far arrivare la Lombardia all'autonomia in tutte e 23 le materie. Per farlo dobbiamo ripartire dall'accordo del 28 febbraio siglato dalla Regione Lombardia e il governo. Quell'accordo è una premessa, un punto di partenza per sviluppare la trattativa con lo Stato, attraverso un percorso del tutto nuovo". Così Stefano Bruno Galli, assessore della Regione Lombardia all'Autonomia e alla Cultura con delega alle Riforme Istituzionali e alla Città Metropolitana, nel corso del suo intervento in consiglio regionale.

"L'accordo preliminare del 28 febbraio - spiega Galli - ha indicato il metodo della trattativa, ricorrendo a una commissione paritetica Stato-Regione: lo stesso metodo già utilizzato per le negoziazioni dello Stato con le Regioni a statuto speciale. Ma vogliamo estendere quel pre accordo dalle cinque materie finora previste, ovvero salute, lavoro, istruzione, ambiente e rapporti con Ue a tutte le restanti 18". Per l'assessore si tratta di "una battaglia non solo istituzionale ed economica ma anche culturale, perché la Lombardia ha da sempre una forte vocazione autonomistica. La sua storia dimostra una consolidata vocazione all'autonomia. E ora vogliamo completare questo percorso".

Notizie in evidenza