Uova contaminate da Fipronil, il Ministero della Salute precisa sui rischi

Uova contaminate da Fipronil, arriva come consuetudine una precisazione del Ministero della Salute per non allarmare i consumatori. Ne avevamo già parlato, in seguito alla denuncia di Giovanni D’Agata, presidente dello “ Sportello dei Diritti”.
"Si fa seguito alla comunicazione diramata dalla Commissione europea circa il coinvolgimento dell'Italia nella distribuzione delle uova o da derivati (ovoprodotti) contaminate da fipronil".

Uova contaminate da Fipronil, arriva come consuetudine una precisazione del Ministero della Salute per non allarmare i consumatori. Ne avevamo già parlato, in seguito alla denuncia di Giovanni D’Agata, presidente dello “ Sportello dei Diritti”. "Si fa seguito alla comunicazione diramata dalla Commissione europea circa il coinvolgimento dell'Italia nella distribuzione delle uova o da derivati (ovoprodotti) contaminate da fipronil". Di cosa si tratta? "Il fipronil, conosciuto anche come fluocianobenpirazolo, è un insetticida ad ampio spettro che disturba l'attività del sistema nervoso centrale dell' insetto impedendo il passaggio degli ioni cloruro attraverso il recettore del GABA ed il recettore del Glut-Cl. Ciò causa la ipereccitazione dei nervi e dei muscoli degli insetti contaminati" (wikipedia). Il nostro Ministero è già intervenuto col sequestro: " Dai riscontri incrociati, effettuati dal Ministero della Salute, tra le liste di aziende coinvolte e di quelle che hanno spedito prodotti in Italia negli ultimi tre mesi, al momento risulta solo, da una segnalazione delle autorità francesi, pervenuta in data 8 agosto attraverso il RASFF, che un'azienda di tale Paese ha acquistato uova da uno degli allevamenti olandesi interessati e le ha trasformate in ovoprodotti che ha poi venduto anche presso un'azienda italiana. Su disposizione del Ministero, le autorità sanitarie locali hanno provveduto a porre sotto sequestro la partita, e quindi il prodotto non è stato posto in commercio. Pertanto, ad oggi, non risultano distribuiti al consumo uova o derivati (ovoprodotti) contaminate da fipronil sul territorio nazionale" Quando e in quali casi viene usato? Il fipronil è usato come principio attivo in prodotti commerciali antiparassitari per gli animali da compagnia, a una concentrazione di circa 9.8%, e viene spesso usato insieme al Methoprene, un repellente per pulci e zecche, usato nella concentrazione dell'8.8%. Dopo un'applicazione locale, il fipronil è assorbito debolmente (approssimativamente il 15%) attraverso la pelle. Comunque bassi livelli di Fipronil possono essere rilevati nel plasma, con una variabilità molto alta fra i cani. Qauli accorgimenti usare? "Per ridurre l'assorbimento usare una lavanda gastrica, un purgante salino o carbone attivo. Non è noto un antidoto specifico. Dati sperimentali evidenziano che barbiturici e benzodiazepine risultano efficaci nel prevenire le convulsioni indotte dal Fipronil". E' importante quindi la massima attenzione e nel caso di dubbi contattare il nostro medico di fiducia e un centro antiveleni. "Il Ministero della salute, in ogni caso, continua a valutare con attenzione le informazioni relative alla circolazione dei lotti in Europa (anche in considerazione delle nuove segnalazioni sul sistema di allerta comunitario che provengono da Paesi prima non coinvolti), avvalendosi della stretta collaborazione delle autorità sanitarie regionali e dei Carabinieri Nas.  È stato altresì predisposto un piano di campionamenti su uova, ovoprodotti e carni di pollame per la ricerca di fipronil che verrà attuato in via cautelativa, anche in assenza di segnalazioni specifiche." Il rischio parrebbe limitato se si tratta di un'unica partita sequestrata e non ne dovessero arrivare altre per vie non ufficiali e magari andare a finire nelle aziende alimentari. redazione Varese Press